Il primo singolo dall’album Life con Ahmad Ghazali e Alma Zeaiterè uscito il 15 giugno scorso. L’album del gruppo italo-libanese che ha base ad Arezzo, con la canzone Life is going on racconta la guerra in Siria e la speranza di pace. Cantato in modo originale con un’alternanza di strofe in italiano e in arabo, ha momenti di poesia struggente, un vero racconto in musica e al contempo un grande ritmo sia sonoro sia linguistico che di per sé rappresenta una metafora del dialogo. La musica è solo uno strumento di speranza per ricostruire e ricostruirsi.

Un evento nato per valorizzare un quartiere centrale di là d’Arno giunge alla XVII edizione, rassegna di jazz, quest’anno aperta ad altre forme musicali, che diventa un’impresa culturale e sociale. Con la voglia di rendere protagonisti studenti di musica e giovani artisti locali, ora spesso noti a livello nazionale, la manifestazione conferma il potere della musica e la il valore di ri-portare la cultura in strada.

Società Editoriale Il Fatto - in occasione della nona edizione della festa annuale al Parco La Versiliana (Marina di Pietrasanta, Lucca) dal 30 agosto al 2 settembre - avrà come ospite d’eccezione l’artista Max Gazzè che torna live quest’estate con “Alchemaya Tour”, la sua nuova tournée sinfonica che viaggerà nelle più affascinanti location all’aperto d’Italia.

E’ il momento delle dediche e degli omaggi, quello a David Bowie e Fabrizio De Andrè. E’ tempo della magia dei Musica Nuda e l’energia travolgente del Canzoniere Grecanico Salentino; la potenza dei Ministri e la poetica di Colapesce. Sono tutti gli appuntamenti di Villa Ada -Roma incontra il mondo in calendario questa settimana dal 25 giugno a domenica 1 luglio che si chiude con una leggenda internazionale,l’icona della musica giamaicana U-Roy.

 

Lunedì 25 giugno si inizia con l’omaggio dedicato a David Bowie, una serata gratuita per far rivivere il Duca Bianco. Sul palco Richard Von Sabeth e Stefano Scarfone. Il primo è voce e fondatore degli Spiral69, alle spalle tournée in tutto il mondo e collaborazioni con artisti internazionali quali Steve Hewitt dei Placebo e Paul Corkett (ingegnere del suono dei Cure, Nick Cave, Bjork). Il secondo è un chitarrista-session man tra i più noti in Italia, vincitore di un Key Awards e un palmares di collaborazioni con i grandi nomi del jazz internazionale. Insieme presentano “Changes”: un cammino indietro nel tempo di due amici che si incontrano nella musica di David Bowie, rendendole omaggio con uno stile personale pur rispettandone la natura e lʼessenza.

 

Un viaggio nei suoni del Sud è quello che aspetta il pubblico del laghetto martedì 26 giugno con i Musica Nuda, ovvero la combo Voice’n’bass” composta da Petra Magoni (voce) e Ferruccio Spinetti (contrabbasso). Insieme presentano “Verso Sud”, il nuovo album appena uscito per Edel Italy.  Un disco dal vivo testimonianza del concerto tenutosi a fine 2016 al Teatro Comunale di Vicenza; un evento unico creato appositamente per il Festival delle Tradizioni che rappresenta un vero e proprio viaggio nel sud musicale dell’Italia e del mondo in puro stile Musica Nuda.

 

Mercoledì 27 giugno impossibile non scatenarsi con il Canzoniere Grecanico Salentino. Le stelle della Puglia arrivano con “Canzoniere”, l’ultimo album uscito su etichetta Ponderosa che ha stregato pubblico e stampa, conquistando il The Guardian (“Una bomba”) e fRoots (“Un trionfo totale”). Un groove percussivo di tamburi a cornice che sembra arrivare dall’elettronica di una drum machine farà sussultare il pubblico del laghetto avvolgendolo in un’atmosfera sospesa tra gli stili e le influenze della tradizione salentina e un sound più moderno e contemporaneo, tra incursioni di chitarra elettrica e synth bass.

 

Giovedì 28 giugno una serata speciale con “Caro Faber. Roma Canta De André: un evento prodotto da FACE Magazine.it per celebrare Fabrizio De Andrè a pochi mesi dal ventesimo anniversario dalla morte.

A ripercorrere il repertorio e le canzoni più amate del cantautore genovese il quartetto dei “Faber Quartet” (Marco Pinto, Bruno de Benedetto, Mimmo Condello e Peppe D'Agostino). Un caleidoscopio musicale capace di prendere gli ascoltatori per mano e immergerli con abilità magistrale nel mondo di Faber. 

Sul palco anche Ilenia Volpe con Roberto Fasciani al basso; e HACK, il progetto di Denise Fagiolo (voce) e Cristiana della Vecchia (tastiere).

 

Venerdì arrivano i Ministri con il loro nuovo album “Fidatevi” (Woodworm/Artist First). Dicono del tour: “La tecnologia, nei dischi e nei concerti, sta dando possibilità incredibili a chiunque voglia far musica e dir la propria – ed è una cosa bellissima. Ma il fatto, com’è ancora per noi, di salire su un palco e sapere che tutto, ma veramente tutto quello che succederà, dipende solo dalle tue dita e dalla tua voce, sapere che dopo un attimo esisterà quello che un attimo prima non esisteva, e che nonostante i tuoi sforzi di controllarlo sarà sempre diverso da quello che avevi previsto, bè questo non c’è tecnologia che lo possa restituire. Difatti si chiama anche, semplicemente, vita”.

Aprono il concerto gli Spiritual Front e il loro stile unico tra pop decadente mitteleuropeo e un sound/visual vintage con continui richiami al cinema italiano d’autore.

 

La poetica di Colapesce arriva a Villa Ada sabato 30 giugno con “Infedele”, il suo terzo album uscito per 42 Records. Un disco che lo ha confermato come uno dei talenti più fulgidi e cristallini della sua generazione. Un artista libero che non ama i vincoli e che si diverte a giocare con le forme del pop, ma senza disdegnare soluzioni più sperimentali.

Infedele” può essere considerato un vero e proprio manifesto del Colapesce pensiero: prodotto dallo stesso Lorenzo insieme a IOSONOUNCANE e Mario Conte, è un album che mostra un musicista in stato di grazia e in grado di mischiare musica colta e leggera, rock e fado portoghese, musica elettronica e free jazz.

Prima di lui dalla stessa scuderia 42 Records Andrea Laszlo De Simone, la sorpresa della musica italiana del 2017. Il suo ultimo album - "Uomo Donna" - ha subito raccolto unanimi riscontri da parte di critica e pubblico diventando immediatamente un piccolo grande caso. Un album lontano delle mode e che riesce a essere al tempo stesso antico e contemporaneo, in cui si fondono la canzone d’autore italiana e la psichedelia, Battisti e i Radiohead, Modugno e i Verdena, i Beatles e i Tame Impala, il volo magico di Claudio Rocchi e quello terreno di IOSONOUNCANE.

 

Per gli amanti dei ritmi giamaicani una domenica da cerchiare in rosso sul calendario questa del 1 luglio. La leggenda Mr. Daddy U-Roy, pioniere del dj style e del rap, sale sul palco del laghetto per una grande festa.

Per l’occasione l’arte inimitabile del più grande toaster del mondo tornerà lì dove è nata, dietro un sound system: il potentissimo e scintillante impianto del 48 ROOTS direttamente da Bologna. La crew emiliana sarà accompagnata anche dal talentuoso RAS MAT I, l’esponente italiano più rappresentativo proprio dello stile coniato dai dj giamaicani.

 

Nell’area del Festival ad accesso gratuito, salutano il tramonto del D’Ada Park (al via alle ore 20,30) Eleonora Betti martedì 26 giugno e Border Lake giovedì 28. Venerdì 29 spazio ai Crimen, trio romano abituato a spaziare dalla psichedelia al kraut passando per lo space rock e oggi orgogliosi di presentare il loro debutto discografico “Silent animals”, edito dalla prestigiosa Fuzz Club Records di Londra.

Sabato 30 giugno arriva Dorso, diciannovenne lucano di stanza a Bologna con due singoli all’attivo e un disco di prossima uscita su 42 Records, mentre l’after show è riservato ad Amigdala.

 

Villa Ada – Roma incontra il mondo è il più grande evento dell’estate romana, che si svolge sulle rive del laghetto dal 15 giugno al 10 agosto sotto l’egida di Dada srl e ARCI Roma, all’interno del programma dell'Estate Romana promosso da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale e realizzato in collaborazione con SIAE.

E’ il momento delle dediche e degli omaggi, quello a David Bowie e Fabrizio De Andrè. E’ tempo della magia dei Musica Nuda e l’energia travolgente del Canzoniere Grecanico Salentino; la potenza dei Ministri e la poetica di Colapesce. Sono tutti gli appuntamenti di Villa Ada -Roma incontra il mondo in calendario questa settimana dal 25 giugno a domenica 1 luglio che si chiude con una leggenda internazionale,l’icona della musica giamaicana U-Roy.

 

Lunedì 25 giugno si inizia con l’omaggio dedicato a David Bowie, una serata gratuita per far rivivere il Duca Bianco. Sul palco Richard Von Sabeth e Stefano Scarfone. Il primo è voce e fondatore degli Spiral69, alle spalle tournée in tutto il mondo e collaborazioni con artisti internazionali quali Steve Hewitt dei Placebo e Paul Corkett (ingegnere del suono dei Cure, Nick Cave, Bjork). Il secondo è un chitarrista-session man tra i più noti in Italia, vincitore di un Key Awards e un palmares di collaborazioni con i grandi nomi del jazz internazionale. Insieme presentano “Changes”: un cammino indietro nel tempo di due amici che si incontrano nella musica di David Bowie, rendendole omaggio con uno stile personale pur rispettandone la natura e lʼessenza.

 

Un viaggio nei suoni del Sud è quello che aspetta il pubblico del laghetto martedì 26 giugno con i Musica Nuda, ovvero la combo Voice’n’bass” composta da Petra Magoni (voce) e Ferruccio Spinetti (contrabbasso). Insieme presentano “Verso Sud”, il nuovo album appena uscito per Edel Italy.  Un disco dal vivo testimonianza del concerto tenutosi a fine 2016 al Teatro Comunale di Vicenza; un evento unico creato appositamente per il Festival delle Tradizioni che rappresenta un vero e proprio viaggio nel sud musicale dell’Italia e del mondo in puro stile Musica Nuda.

 

Mercoledì 27 giugno impossibile non scatenarsi con il Canzoniere Grecanico Salentino. Le stelle della Puglia arrivano con “Canzoniere”, l’ultimo album uscito su etichetta Ponderosa che ha stregato pubblico e stampa, conquistando il The Guardian (“Una bomba”) e fRoots (“Un trionfo totale”). Un groove percussivo di tamburi a cornice che sembra arrivare dall’elettronica di una drum machine farà sussultare il pubblico del laghetto avvolgendolo in un’atmosfera sospesa tra gli stili e le influenze della tradizione salentina e un sound più moderno e contemporaneo, tra incursioni di chitarra elettrica e synth bass.

 

Giovedì 28 giugno una serata speciale con “Caro Faber. Roma Canta De André: un evento prodotto da FACE Magazine.it per celebrare Fabrizio De Andrè a pochi mesi dal ventesimo anniversario dalla morte.

A ripercorrere il repertorio e le canzoni più amate del cantautore genovese il quartetto dei “Faber Quartet” (Marco Pinto, Bruno de Benedetto, Mimmo Condello e Peppe D'Agostino). Un caleidoscopio musicale capace di prendere gli ascoltatori per mano e immergerli con abilità magistrale nel mondo di Faber. 

Sul palco anche Ilenia Volpe con Roberto Fasciani al basso; e HACK, il progetto di Denise Fagiolo (voce) e Cristiana della Vecchia (tastiere).

 

Venerdì arrivano i Ministri con il loro nuovo album “Fidatevi” (Woodworm/Artist First). Dicono del tour: “La tecnologia, nei dischi e nei concerti, sta dando possibilità incredibili a chiunque voglia far musica e dir la propria – ed è una cosa bellissima. Ma il fatto, com’è ancora per noi, di salire su un palco e sapere che tutto, ma veramente tutto quello che succederà, dipende solo dalle tue dita e dalla tua voce, sapere che dopo un attimo esisterà quello che un attimo prima non esisteva, e che nonostante i tuoi sforzi di controllarlo sarà sempre diverso da quello che avevi previsto, bè questo non c’è tecnologia che lo possa restituire. Difatti si chiama anche, semplicemente, vita”.

Aprono il concerto gli Spiritual Front e il loro stile unico tra pop decadente mitteleuropeo e un sound/visual vintage con continui richiami al cinema italiano d’autore.

 

La poetica di Colapesce arriva a Villa Ada sabato 30 giugno con “Infedele”, il suo terzo album uscito per 42 Records. Un disco che lo ha confermato come uno dei talenti più fulgidi e cristallini della sua generazione. Un artista libero che non ama i vincoli e che si diverte a giocare con le forme del pop, ma senza disdegnare soluzioni più sperimentali.

Infedele” può essere considerato un vero e proprio manifesto del Colapesce pensiero: prodotto dallo stesso Lorenzo insieme a IOSONOUNCANE e Mario Conte, è un album che mostra un musicista in stato di grazia e in grado di mischiare musica colta e leggera, rock e fado portoghese, musica elettronica e free jazz.

Prima di lui dalla stessa scuderia 42 Records Andrea Laszlo De Simone, la sorpresa della musica italiana del 2017. Il suo ultimo album - "Uomo Donna" - ha subito raccolto unanimi riscontri da parte di critica e pubblico diventando immediatamente un piccolo grande caso. Un album lontano delle mode e che riesce a essere al tempo stesso antico e contemporaneo, in cui si fondono la canzone d’autore italiana e la psichedelia, Battisti e i Radiohead, Modugno e i Verdena, i Beatles e i Tame Impala, il volo magico di Claudio Rocchi e quello terreno di IOSONOUNCANE.

 

Per gli amanti dei ritmi giamaicani una domenica da cerchiare in rosso sul calendario questa del 1 luglio. La leggenda Mr. Daddy U-Roy, pioniere del dj style e del rap, sale sul palco del laghetto per una grande festa.

Per l’occasione l’arte inimitabile del più grande toaster del mondo tornerà lì dove è nata, dietro un sound system: il potentissimo e scintillante impianto del 48 ROOTS direttamente da Bologna. La crew emiliana sarà accompagnata anche dal talentuoso RAS MAT I, l’esponente italiano più rappresentativo proprio dello stile coniato dai dj giamaicani.

 

Nell’area del Festival ad accesso gratuito, salutano il tramonto del D’Ada Park (al via alle ore 20,30) Eleonora Betti martedì 26 giugno e Border Lake giovedì 28. Venerdì 29 spazio ai Crimen, trio romano abituato a spaziare dalla psichedelia al kraut passando per lo space rock e oggi orgogliosi di presentare il loro debutto discografico “Silent animals”, edito dalla prestigiosa Fuzz Club Records di Londra.

Sabato 30 giugno arriva Dorso, diciannovenne lucano di stanza a Bologna con due singoli all’attivo e un disco di prossima uscita su 42 Records, mentre l’after show è riservato ad Amigdala.

 

Villa Ada – Roma incontra il mondo è il più grande evento dell’estate romana, che si svolge sulle rive del laghetto dal 15 giugno al 10 agosto sotto l’egida di Dada srl e ARCI Roma, all’interno del programma dell'Estate Romana promosso da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale e realizzato in collaborazione con SIAE.

 

Con Amedeo Ariano alla batteria; Luca Bulgarelli al contrabbasso; e Francesca Tandoi al pianoforte oltre che voce del gruppo, il jazz italiano sbarca in Giappone con "Triplets", il Cd prodotto dall’etichetta nipponica “Albóre Jazz” di Satoshi Toyoda, uscito il 13 giugno scorso in digitale che sarà dall’11 luglio in tutti i negozi di musica, in diversi paesi, come Uk, Usa, Australia e Taiwan.

Dal 17 maggio e fino al 3 giugno, la Triennale di Milano espone su due grandi pareti una mostra dedicata all'evento del tour italiano di Jimi Hendrix, considerato come uno dei massimi chitarristi, voce unica nel mondo del rock e del blues e autore di brani memorabili, che si svolse a maggio del 1968. Sono state esposte immagini dell'epoca, alcune foto del concerto tenutosi al Piper Club di Milano e ce ne sono diverse scattate ai concerti avvenuti a Roma e Bologna. Oltre ai pannelli di immagini sui muri di un lungo locale adiacente al Cafè Design, che si trova di fronte al Parco Sempione, in Triennale sono esposte pure delle bacheche contenenti giornali d'epoca, riviste, biglietti di spettacoli e altre memorabilia. Ci sono anche testimonianze di diversi artisti che ricordano quei concerti indimenticabili, come Renzo Arbore, Ricky Gianco, Maurizio Vandelli, Dodi Battaglia e tanti altri.

Pagina 1 di 69
TOP