Dialogo tra fiori e note, l’iniziativa del Sindaco di Sanremo

Scritto da  Martedì, 06 Febbraio 2018 

Conferenza stampa – Sala Lucio Dalla (Sanremo)

La città protagonista nelle ultime edizioni del festival con un dialogo tra i fiori, eccellenza e simbolo di cultura locale, e la musica. Con la sessantottesima edizione arriva il lancio del fiore, anzi dei fiori contro la violenza sulle donne con l’iniziativa del sindaco.

 

Appena concluso l’incontro con il sindaco della città, Alberto Biancheri, ormai alla sua quarta edizione del festival ha deciso, per quest’anno, di lanciare l’iniziativa di un fiore contro la violenza sulle donne e anche a tutte noi giornaliste è stato distribuito un fiore bianco. L’idea è di sposare un’eccellenza locale con la musica, altro simbolo della città, per un messaggio sociale. “Il fiore è simbolo di delicatezza e grazia femminile ma insieme di forza attraverso il profumo e il colore” e per questo, ha dichiarato il sindaco, può ben rappresentare la complessità femminile. L’Hastag #iosonoqui, lanciato da Michelle Hunziker ieri, ha già spopolato.
Abbiamo chiesto se c’è un fiore in particolare che ha scelto e con quale rimando.
“Tutti i fiori del territorio, come i ranuncoli e i garofani, che cambieranno di giorno in giorno.” Oggi è il turno del ranuncolo o botton d’oro, spesso di giallo intenso, dall’aspetto invitante ma velenoso. La cui leggenda racconta che una stella fu trasformata in questo fiore per essere donata e sembra che proprio Gesù li abbia donati alla madre. Secondo qualche suggestione è il fiore degli amori malinconici.
In ogni caso i fiori per Festival hanno tenuto impegnato la città a lungo per la realizzazione del mosaico dell’Ariston, con i colori dell’edizione 2018 e l’arcobaleno simbolo di pace. L’idea del sindaco è di far dialogare i fiori con le note rendendoli parte dello spettacolo e non solo un decoro sul palco. Due linguaggi che raccontano questa città.

Articolo di Ilaria Guidantoni, 6 febbraio 2018

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP