Sanremo 2019, the day after: l'obiettivo giovani raggiunto

Scritto da  Mercoledì, 06 Febbraio 2019 

Primo incontro in sala stampa che registra un grande ascolto con share al 49,5%, più di 10 milioni i telespettatori: Tg1 da record.

 

Il direttore generale Teresa De Sanctis lo ha definito il Sanremo che sognava, il festival della musica, al di là delle polemiche che sono d’altronde inevitabili essendo questo appuntamento un intreccio di fattori. Il direttore sottolinea anche il lavoro impegnativo del Conduttore per un programma con 24 canzoni che sono protagoniste, rispetto agli stessi conduttori che hanno fatto un passo indietro. Gli ascolti e il pubblico premia con un ritorno di pubblico giovane che Rai 1 non intercetta da tempo. E’ soprattutto il pubblico femminile giovane che premia lo share ed è in crescita anche l’interazione via web con un più 14% di Rai Play con 567mila contatti. Anche il traffico sui social è stato elevatissimo, con un’interazione di 2 milioni e 800 mila contatti, in testa nell’ultimo anno in relazione alle trasmissioni televisive. Il culmine di share arriva con il duetto dei Bocelli padre e figlio e con Baglioni con Giorgia. A livello territoriale la Liguria registra il picco di ascolti ed è un salto che non accadeva da anni. Evidentemente più disteso e soddisfatto Claudio Baglioni, dopo il disgelo della prima serata che esordisce dicendo “c’è più da zero a 1 che da 1 a 100”.

Considera raggiunto l’obiettivo del nazional-popolare ma soprattutto popolar-nazionale, anche per il nuovo allestimento scenico, più lineare, il disegno delle luci e le illustrazioni delle canzoni, in forma cartone animato, divertente. Fiorella Mannoia, Michelle Hunziker, Marco Mengoni, Laura Chiatti e Michele Riondino, Pippo Baudo, Riccardo Cocciante e i comici foggiani Pio e Amedeo gli ospiti della seconda serata e la consegna del Premio per la carriera intitolato a Pino Daniele.

Inevitabile in chiusura una domanda sulle polemiche che diventa un’altra polemica e che Claudio Baglioni cerca di far scivolare dicendo semplicemente che pettegolezzi e critiche fanno parte di ogni manifestazione, come uno sport nazionale, ma che non hanno pesato più di tanto su di lui e soprattutto cercherà di far sì che non abbia riflessi sul festival. Assolutamente diplomatico. Non manca anche l’osservazione di un festival che coinvolge molti giovani ma lascia un impianto tradizionale con una gag sul Quartetto Cetra. Achille Lauro, Arisa, Loredana Bertè, Federica Carta e Shade, Einar, ex-Otago, Ghemon, Il volo, Negrita, Nek, Daniele Silvestri, Paola Turci, in ordine alfabeto – non di uscita – gli interpreti della seconda serata.

Articolo di: Ilaria Guidantoni

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP