Riccardo Tesi e Banditaliana chiudono il tour al Parco della musica

Scritto da  Venerdì, 24 Ottobre 2014 

Considerato come uno dei gruppi italiani di world music più importanti a livello internazionale, con “Maggio” Banditaliana aggiunge una nuova tappa al suo lungo viaggio in quel Mediterraneo immaginario che da sempre ispira la sua musica, fresca e solare, senza frontiere, dove si fondono tradizione e innovazione.

Composizioni originali, virtuosismi strumentali, preziosi incastri ritmici e arrangiamenti raffinati costituiscono la cifra stilistica del gruppo fondato da Riccardo Tesi nel 1992. Canzoni che raccontano di mari, di viaggi, di ricordi e di speranza. In “Maggio” immancabili sono le composizioni strumentali dove i ritmi della tradizione meridionale si fondono con improvvisazione e sonorità contemporanee, con elementi che tradiscono un amore mai sopito per il progressive. Il tutto ben accompagnato da canti rituali della montagna toscana, echi di liscio traslato in chiave “balkan” e profumo di curry.

Eccellente interprete dell'organetto diatonico, Tesi ha rivoluzionato l'immagine e il vocabolario di questo strumento popolare forzando i ristretti confini della musica popolare per inserirlo in ambito jazz e cantautorale (è stato l'organettista di Ivano Fossati e di Fabrizio De Andrè nel suo ultimo “Anime Salve”). Fin dal suo esordio, Banditaliana ha come elementi portanti della band Maurizio Geri, voce solista e chitarrista funambolico il cui stile fonde le tematiche legate alla musica mediterranea con l’improvvisazione swing-manouche; Claudio Carboni, sassofonista dotato di un fraseggio secco e preciso, cresciuto nella migliore tradizione del liscio e, acquisto recente, il percussionista scalzo Gigi “FastFoot” Biolcati.

Il concerto all’Auditorium Parco della Musica di Roma, promosso da Finisterre è l’ultima tappa dal tour italiano 2014, dopo aver attraversato l’Italia e suonato in alcuni importanti festival folk e world in Canada, Austria, Olanda, Belgio. In occasione della data romana, si uniranno al quartetto alcuni preziosi amici: Lucilla Galeazzi (voce); Nando Citarella (voce e tammorra); Linda Bull (violino); Stefano Saletti (oud, bouzouki) e  Ambrogio Sparagna che con Riccardo Tesi (i due sono gli artefici della riscoperta dell'organetto e i massimi rappresentanti dello strumento)  condivideranno nuovamente il palco, dopo 30 anni dalla prima esibizione insieme.


Fonte: Fabiana Manuelli

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP