Ilenia Volpe lancia il crowdfunding per la cover del secondo album

Scritto da  Martedì, 09 Giugno 2015 

Continua la marcia di avvicinamento verso il secondo, attesissimo album di Ilenia Volpe. Dopo il successo del disco di debutto "Radical chic un cazzo", datato 2012 e prodotto da Giorgio Canali, la cantautrice rock romana lavorerà alla sua prossima fatica insieme a Gianluca Vaccaro, produttore artistico tra i più quotati in Italia, che vanta nel suo curriculum collaborazioni con Carmen Consoli, Daniele Silvestri, Max Gazzè, Niccolò Fabi, Fiorella Mannoia e molti altri artisti.

Ma Vaccaro non sarà l'unico nome di grido che collaborerà con Ilenia a quest'opera: la copertina sarà infatti firmata nientemeno che da Paul Whitehead, artista inglese autore, tra le altre, delle cover dei primi dischi dei Genesis, ma anche di Van der Graaf Generator, Peter Hammill e Le Orme. E il primo passo di questa lunga marcia di avvicinamento verso la pubblicazione dell'album riguarda proprio la copertina: in questi giorni, infatti, Ilenia Volpe ha lanciato un crowdfunding con cui chiede a tutti i suoi fan di contribuire alla realizzazione del dipinto che farà bella mostra di sè sul booklet del disco.

"Sono nata e cresciuta nella musica, la mia più grande libertà e la mia più grande schiavitù - scrive la Volpe sulla pagina ufficiale del crowdfunding - Quando ho incontrato Paul Whitehead, la sua arte e i suoi aneddoti mi hanno riportato ai racconti che mio papà mi narrava da piccolina: le slitte di legno a percorrere distese innevate, le corse dei bambini all'uscita di scuola come fossero trenini elettrici, il mito degli anni '70, dove tutto sembrava una gigante scoperta ed ogni conquista era motore di bellezza e sorpresa. Vi chiedo un contributo per vedere impresso uno scorcio di questi ricordi nella copertina del mio secondo album." Chi desiderasse contribuire a questa raccolta può farlo cliccando su https://www.indiegogo.com/projects/ilenia-volpe-cover-album

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP