Il giunto di Cardano, Giulio Ronzoni e Kos live domenica al Pentatonic

Scritto da  Mercoledì, 05 Luglio 2017 

Serata di grande musica dal vivo domenica 9 luglio al Pentatonic Live Club: in collaborazione con Hyra Live, il locale di viale Oscar Sinigaglia 18 a Roma presenta la tripletta de Il Giunto di Cardano, Giulio Ronzoni e i Kos.

Il giunto di Cardàno è una band foggiana attiva dal 2011. Dopo un primo periodo caratterizzato da demo studio e numerose date live tra i locali della provincia foggiana, nel 2015 il progetto trova stabilità di formazione sperimentando un alternative rock caratterizzato da echi distorti e muri di delay. La nuova veste spinge la band nei festival pugliesi più importanti, portandola nel 2016 a vincere il Giovinazzo Rock Festival, le selezioni dell’Arezzo Wave Love Festival ed altri contest che le permettono di condividere il palco con i Kutso, Bud Spencer Blues Explosion, a Toys Orchestra, Andrea Chimenti, I Cani ed altri artisti. Il 31 ottobre il Giunto di Cardàno pubblica il singolo “Bacio di Giuda” con relativo videoclip targato Inthepending, seguito dall’uscita del primo album “Kadìma” il 5 gennaio 2017, un’autoproduzione lunga un anno che racconta le reazioni del subconscio umano di fronte ad una scelta.

Giulio Ronzoni è un cantautore romano. Inizia a suonare all'età di sette anni, crescendo con una cultura musicale classica. A sedici anni decide di abbandonare il conservatorio e si getta prima nel punk, poi nel progetto di caos-folk degli Eskimo, per giungere infine alla maturità compositiva con il suo progetto cantautoriale solista. Tra i suoi maggiori riconoscimenti possono essere nominati la vittoria nelle regionali del MarteLive nonché vari secondi e terzi posti in una serie sterminata di contest musicali. Giulio Ronzoni definisce la sua musica come la confessione di un sogno privato. Forte la sua attenzione ai testi, i suoi live sono colmi di tensione, quasi nevrotici, e, accanto agli arpeggi strappati della sua acustica, i sussurri lirici si accompagnano a grida soffocate in un gioco che si tiene sempre in bilico fra schiamazzo e sussurro e che non teme di essere estremo.

Quanto ai Kings of Subhumans, o Kos, si tratta invece di un gruppo al debutto con il nuovo album, il cui video è uscito online da meno di un mese. L'ingresso alla serata costa 5 euro, compresa consumazione, ed è riservato ai soci Arci (tesera sottoscrivibile in loco al costo di 5 euro).

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP