Da Black Jezus, esce l'Ep di esordio "Don't mean a thing"

Scritto da  Giovedì, 23 Ottobre 2014 

Oggi esce per la 800A Records l’Ep d’esordio, “Don’t mean a thing”, dei da Black Jezus, duo formato da Luca Impellizzeri (testi, voce, chitarra e beat) e Ivano Amata (chitarre e xilofono).

L’Ep, miscela di cantautorato acustico e blues con una ritmica beat soul minimale, è stato anticipato a luglio dal singolo e videoclip “Sometimes": “Uno sguardo semplice ed impressionista verso gli alti e bassi della vita, come quello che potrebbe avere un adulto che si riscopre bambino”. “Don’t mean a thing” è stato anticipato dal singolo e dal videoclip di "Sometimes": il regista Pietro Leone nel video racconta i da Black Jezus attraverso le loro origini, i boschi dei Nebrodi. La storia racconta di una vita fatta da piccoli gesti ripetuti, un giorno qualcosa entra a far parte di questa vita e la cambia. Affinché tale mutamento sia completo, è necessario allontanarsi.

L’Ep “Don’t mean a thing” è composto da 6 brani: apre la title-track, traccia che parla delle insidie dell'indifferenza dell'odierno. Prosegue con “Call you mine” e “I'll be dry”, istantanee di un amore tormentato ma potente, che porta alla completa redenzione. “It's a long way, baby” è il pezzo più black dell'intero EP, in cui “si accenna ad una notte brava di due 'vagabondi dell'amore' (cit.) che, oltre a quella notte, non avranno più nulla da spartirsi in futuro”. “Sometimes”, primo singolo estratto, e per concludere la strumentale “For my pretty little tear”. Il progetto da Black Jezus nasce nel dicembre 2012 dall’incontro tra Luca "da Black Jezus" Impellizzeri ed Ivano "Hap" Amata. Nel marzo del 2013, da Black Jezus si classifica secondo ad Italia Wave Band Sicilia 2013, mentre nell’aprile del 2014 arriva tra le 24 band semifinaliste.


Fonte: Gabriele Lo Piccolo

Video

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP