Conferenza stampa - in collegamento dall’Ariston di Sanremo

Scritto da  Venerdì, 09 Febbraio 2018 

Il record del millennio aspettando il trofeo per le nuove proposte.

 

Una nuova pagina del diario di bordo a poche ore dalla penultima serata dopo la terza puntata, che si è piazzata come la serata migliore di Sanremo dal 2000. L’ascolto è stato di 10 milioni e 824mila spettatori, lo share più alto dal 1999 ed è comprensibile la soddisfazione generale di staff, organizzatori e sponsor. A due serate dalla conclusione lo share medio è del 50,6% ed è un successo indiscutibile. Il picco di ascolto è stato durante lo sketch di Baglioni con Virginia Raffaele e quando Baglioni ha cantato “Gianna” insieme al pubblico, canzone che ha compiuto i 40 anni e al quale è stato dedicato un libro presentato in questi giorni, 40 anni di "Gianna" a Sanremo - Il libro che ricostruisce la vita di un fuoriclasse della canzone italiana: Rino Gaetano di Matteo Persica.

Il 62,7% degli ascolti è detenuto dalle ragazze tra i 15 e i 24 anni e tra i laureati è molto forte l’attenzione. Il festival è sempre più legato al mondo dei giovani ed è stato sposato in pieno dal mondo dei social; forte anche l’attenzione sul dopo festival.

Stasera la finale delle otto Nuove Proposte con il televoto che avrà il 50% della quota, mentre il 30% spetterà alla sala stampa e il 20% alla giuria degli esperti, presenziata da Pino Donaggio. L’ordine di uscita sarà Leonardo Monteiro, Mirkoeilcane, Alice Caioli, Ultimo, Giulia Casieri, Mudimbi, Eva e Lorenzo Baglioni. Il verdetto sarà trasmesso durante la puntata intorno alle 22.30 citando solo il podio, ovvero le prime tre posizioni.

I 20 campioni si esibiranno con i duetti e alla fine della serata ci sarà la consegna del premio a Milva per la carriera che sarà ritirato dalla figlia. Tra gli ospiti sembrano confermati Gianna Nannini e Piero Pelù, la giornalista Federica Sciarelli in un duetto intervista con Claudio Baglioni stasera e domani Laura Pausini, mentre non ci sarà ospite il figlio Giovanni perché due Baglioni in un festival bastano.

Si può cominciare a fare un bilancio su quest’edizione, il cui successo probabilmente è stato legato anche alla buona interazione fra tre professionisti molto diversi che hanno dato un input nuovo stimolando la curiosità, a partire dalla prima apparizione di Pierfrancesco Favino in questa nuova veste. Probabilmente la scelta di puntare su musica e canzoni anche per gli ospiti ha funzionato e secondo Baglioni “inserire le nuove canzoni in uno scenario di melodie note e ormai parte del patrimonio culturale nazionale con uno sguardo internazionale, valorizza il festival, inserendole nel contesto giusto e non facendole sembrare un pretesto per uno spettacolo di varietà.”

 

Articolo di: Ilaria Guidantoni

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP