Bologna Violenta, Metal Carter, tributo ai Led Zeppelin: “metallo pesante” a Foligno

Scritto da  Mercoledì, 22 Ottobre 2014 

Una settimana dedicata ai suoni duri, violenti, aggressivi, al metallo pesante che spazia dal rock “old school”, al grincore fino al rap.

Una sorta di rassegna quella che va in scena questa settimana al Supersonic Music Club di Foligno (PG) che ha aperto la sua seconda stagione da poco più di due settimane inanellando un successo dietro l'altro, con i Bud Spencer Blues Explosion e i Giardini di Mirò come concerti di punta. Il programma all'insegna delle sonorità potenti si apre giovedì 23 ottobre con i Black Dog, tribute band dei Led Zeppelin tutta italiana. Si entra nel vivo dell'heavy metal, post-hardcore e grindcore venerdì 24 ottobre con la serata organizzata dal Supersonic Music Club in collaborazione con l'associazione Blacksheep e Ephebia, che presentano l'accoppiata Bologna violenta + Don Boskov. Bologna Violenta è il progetto solista del polistrumentista trevigiano Nicola Manzan, classe 1976, tante prestigiose collaborazioni all'attivo da Ligabue ai Baustelle, da Paolo Benvegnù al Teatro degli orrori.

Manzan dal palco del music club folignate presenterà il suo quarto album pubblicato a inizio anno: “Uno bianca” (Woodworm, Wallace Records e Dischi Bervisti), un concept album basato sui crimini della banda della Uno Bianca, attivo a Bologna e dintorni (dal 1987 al 1994), che ha compiuto più di cento colpi. Il disco ripercorre in 27 tappe (e tracce) la sua storia criminale, come una sorta di colonna sonora immaginaria. L’album è caratterizzato dalle sonorità tipicamente estreme di Bologna Violenta, rese ancor più drammatiche dall’uso massiccio delle orchestre d’archi. La “forma canzone” è definitivamente abbandonata a favore di strutture che ricalcano lo svolgersi degli avvenimenti, così come viene riportato dagli atti processuali. Bologna Violenta vuole omaggiare la città di Bologna raccontando in musica una delle pagine più crudeli della sua storia e lo fa con un disco oscuro, dove le campane a morto risuonano pesanti per ricordare la tragedia e la follia di quei momenti. I ternani Don Boskov si definiscono “una band emo-core col pianoforte”, anche loro con un album pubblicato nel 2014, in questo caso il primo: “Istruzioni per allontanarsi ancora un po'”.

Sabato 25 ottobre si esplora la scena underground dell'hardcore rap con il rapper “degli eccessi” Metal Carter, membro del Truceklan di Roma, collettivo hip hop attivo in Italia da 10 anni. Il “Sergente di metallo”, come viene chiamato dai suoi fan Metal Carter (al secolo Marco De Pasclae), ha lanciato il suo nuovo album di inediti “Vendetta privata” lo scorso maggio. Intanto, sale l'attesa per il concerto di Eugenio Finardi del 22 novembre prossimo: da pochi giorni presso il Supersonic Music Club sono disponibili in prevendita i biglietti del concerto, ad un prezzo agevolato. Finardi porterà a Foligno (PG) il suo “Fibrillante” tour, dal nome dell'ultimo album del cantautore rock.


Fonte: Supersonic

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP