Addio Richard Wright

Scritto da  Giuseppe Gioia Martedì, 16 Settembre 2008 

E' assurdo pensare e sapere che i Pink Floyd non potranno più esibirsi tutti insieme. E’ assurdo pensare che quella al Live8 rimarrà l'ultima gemma chiusa nei nostri cuori. E’ assurdo pensare che dopo Syd anche Rick ci lascia. E’ ingiusto sapere che tutti i pilastri della vera musica vanno via e ci lasciano in un mondo dove la vera musica latita.

E’ inconcepibile che la notizia di Richard Wright sia osteggiata e relegata nel fondo da tutti i mezzi d'informazione e che notizie sui reality ottengano molto più spazio!

Mi commuove e mi fa venire i brividi sapere che nella stessa notte che ti portava via, io ascoltavo il live a Pompei emozionandomi.

Ti lascio con Wish You Were Here, che aldilà del suo significato intrinseco quanto mai appropriato in questo momento, fa parte proprio di quel disco che uscì in quel 15 settembre 1975 proprio come oggi.

Addio Rick, ci mancherai sempre più!

 

"Allora, pensi di saper distinguere il paradiso dall'inferno,

i cieli azzurri dal dolore.

Sai distinguere un campo verde

da una fredda rotaia d'acciaio?

Un sorriso da un pretesto?

Pensi di saperli distinguere?

E ti hanno portata a barattare i tuoi eroi per fantasmi?

Ceneri calde con gli alberi? Aria calda con brezza fresca?

Un caldo benessere con un cambiamento?

e hai scambiato un ruolo di comparsa nella guerra con il ruolo di protagonista

in una battaglia?

Come vorrei, come vorrei che tu fossi qui

Siamo solo due anime sperdute

Che nuotano in una boccia di pesci

Anno dopo anno

Corriamo sullo stesso vecchio terreno. E cosa abbiamo trovato?

Le solite vecchie paure

Vorrei che tu fossi qui"

 

 

Articolo di: Giuseppe Gioia

Sul web: www.pinkfloyd.com

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP