99 Posse: un nuovo video, un libro e un tour invernale nei centri sociali

Scritto da  Giovedì, 20 Novembre 2014 

I 99 Posse lanciano su YouTube il videoclip della canzone “Stato di emergenza”, prima di partire per il tour di concerti invernali nei centri sociali d’Italia, portando con sé anche il libro di “Curre curre guagliò - storie dei 99 Posse”, biografia atipica della band di R. Dello Iacovo.

Ormai è chiaro che non ci sono solo grandi successi degli anni ’90 nel disco “Curre Curre Guagliò 2.0 – non un passo indietro”, disco autoprodotto dai 99 Posse e distribuito da Artist First a partire dalla primavera 2014. Tra le novità musicali composte in questo decennio del nuovo millennio, “Stato di emergenza” è la canzone che meglio rappresenta l’opinione dei 99 Posse: tagliente, polemica e amaramente ironica, che descrive chiaramente la condizione in cui versa il Paese.  

“Sono del parere che il videoclip di una canzone non debba essere una semplice e didascalica sovrapposizione di immagini, ma una rilettura personale che viaggi parallelamente al contenuto del testo - ha dichiarato Rocco Messina, autore e regista del video "Stato di emergenza" dei 99 Posse - Quando ho ascoltato la canzone 'Stato di emergenza', ho colto subito nel testo una forte intenzione di esortare la gente a destarsi, o 'scetarsi', come direbbe Luca Persico. Da qui l’idea di vestire di bianco i 99 Posse e far loro interpretare la coscienza, una sorta di angeli della contemporaneità, che invita la popolazione ad aprire gli occhi. Ecco perché tutti gli abitanti del paese che ha ospitato il video indossano dei paraocchi che pian piano decidono di togliere quando incrociano lo sguardo dei 99 Posse.”

L’altra novità assoluta che caratterizza l’inverno dei 99 Posse è la pubblicazione della loro speciale biografia, edita da Baldini & Castoldi, presente in libreria dal 3 dicembre, ma disponibile in Ebook già dal 27 novembre. “Curre curre guagliò, storie dei 99 Posse”, di Rosario Dello Iacovo, è una biografia atipica, perché non focalizza l’attenzione solo sulle vicende del gruppo, proponendo la consueta carrellata di dischi e concerti, ma le utilizza per raccontare l’Italia, soprattutto Napoli. Un viaggio attraverso gli occhi di ragazzini cresciuti in fretta in quei quartieri popolari, in quei paesi dell’hinterland, dove si affacciano alla vita, si innamorano della musica e della politica. Quei ragazzini sono Luca ’o Zulù, Massimo Jrm, Marco Messina e Sacha Ricci, ma anche tanti altri che hanno condiviso pezzi del loro cammino, come Meg, i Bisca e Sergio Maglietta, Speaker Cenzou e Valerio Jovine, Caparezza e Clementino, J-Ax e Subsonica, Roy Paci ed Ensi.

La base di partenza è il centro sociale Officina 99, l’anno il 1991, quando una band nata quasi per caso – con un forte imprinting politico – inizia il percorso che la porterà a diventare fenomeno mediatico e campione di vendite. "Curre curre guagliò" è anche la storia degli ultimi decenni, vista dalla prospettiva di tutti i protagonisti: ci sono gli anni Settanta e gli echi della rivolta; gli Ottanta, con la sconfitta del sogno rivoluzionario e la Resistenza sotterranea; il punk, le prime esperienze all’estero, gli squat di Londra, il vecchio Leoncavallo, il Tienament di Soccavo. Ci sono gli autonomi e gli anarchici, i comunisti e gli operai, i disoccupati, il movimento per la casa e gli squatter, le posse, la Pantera e Officina 99, i No Global e la Terra dei Fuochi. C’è l’impegno internazionalista in Palestina e in Chiapas. Genova 2001 e Carlo Giuliani.

Sempre come parte di quella voce collettiva che contesta i potenti della Terra. Un’opera corale, dove in certi casi si fa fatica a ricordare tutti quelli coinvolti, chi si è perso per strada, chi non c’è più, perché tutti insieme sono davvero tante e tanti. Si coglie l’occasione di presentare il libro anche nelle tappe del tour di concerti invernali, che vede i 99 Posse accolti nei tanti centri sociali sparsi per questo piccolo Paese in perenne stato d’emergenza. Ecco le date del "Curre Curre Guagliò 2.0 - Tour invernale":

21 novembre - Napoli - Cortile Mezzocannone Occupato
28 novembre - Roma - Acrobax
29 novembre - Colle Val D'Elsa (SI) - Sonar
5 dicembre - Torino - Csoa Askatasuna
6 dicembre - Reggio Emilia - Laboratorio Aq16
12 dicembre - Milano – Leoncavallo
13 dicembre - Pordenone - Deposito Giordani
18 dicembre - Empoli - Csa Intifada
19 dicembre - Monteprandone - 17 Festival
26 dicembre - Benevento - Csa Depistaggio
27 dicembre - Cosenza - Cpoa Rialzo
16 gennaio - Catania
17 gennaio - Palermo


Fonte: L'AltopArlAnte

Video

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP