Dal 13 al 18 febbraio. Tra i più apprezzati autori sulla scena contemporanea della danza italiana e reduce dal successo del riallestimento di “Giulietta e Romeo”, Fabrizio Monteverde firma per la storica compagnia del Balletto di Roma la nuova versione di un classico d’eccezione: “Il Lago dei Cigni…ovvero il Canto”. Tra le suggestioni di una favola d’amore crudele e i simboli di un’arte che sovrasta la vita, il coreografo reinventa il più famoso dei balletti di repertorio classico su musica di Čajkovskij, garantendo quell’originalità coreografica e registica unica che da sempre ne caratterizza le creazioni e il successo.

"Alma Mater", dedicato alla memoria delle madri che non si stancano mai di insegnare qualcosa da millenni e in ogni luogo del mondo, è un altro evento estivo che rende più affascinante Milano, dall’8 luglio fino al 29 agosto alla Cattedrale della Fabbrica del Vapore. L’opera è firmata da Yuval Avital ed il suo titolo significa letteralmente ‘Madre Nutrice’, riferendosi a chi porta avanti la vita nel tempo, per quanto nel Medioevo tale appellativo fu utilizzato anche per riferirsi alla Vergine Maria ed in seguito divenne soprannome per indicare l’Università, che fa crescere i giovani nutrendoli di cultura.

TOP