Michela Staderini

Articoli di Michela Staderini

Francia, XVII secolo: il Re Sole Luigi XIV, mecenate e monarca assolutista, con oltre 70 anni di regno fu il sovrano più potente d'Europa. Duecento anni prima, a Firenze, Cosimo de' Medici aveva reso grande la propria famiglia e il banco fiorentino ed era stato di fatto Primo Signore di Firenze. Intorno a loro, palazzi sfarzosi, intrighi, tradimenti, lotte di potere, passioni, denaro, politica e amanti. Luigi e Cosimo sono due figure lontane per epoca, luoghi e storia ma accomunate dall'ambizione per il potere, dall'amore per l'arte, dalla grandiosità del proprio operato. E anche dall'essere oggi i protagonisti di due nuove grandiose serie per la TV, "Versailles" e "Medici", progetti presentati in anteprima assoluta al Roma Fiction Fest 2015 e più simili di quanto possano sembrare. Ve li raccontiamo qui.

Siamo al gran finale: stasera alle 20:30 il cinema Adriano accoglierà la Cerimonia di Premiazione del Roma Fiction Fest. Il Festival, dopo i tragici attentati di Parigi, ha scelto di non fermarsi per poter così onorare i valori ispiratori della cultura e della democrazia che il terrorismo vuole cancellare, come annunciato ieri in un comunicato all'inizio di ogni appuntamento. Seppur nel segno della sobrietà e della solidarietà, gli appuntamenti proseguono con la convinzione che la risposta più forte sia proprio nella capacità di ognuno di restare al proprio posto a dispetto di tutto con determinazione e tenacia.
In attesa quindi di conoscere stasera i nomi di tutti i premiati, ecco cosa accadrà durante il giorno.

E’ il weekend finale del RomaFictionFest, la rassegna dedicata al genere che più di ogni altro negli ultimi anni ha rivoluzionato il modo di fare e vivere la tv. Domani, sabato 14 novembre, tra tanti Serial Crime e interessanti Masterclass ci sarà spazio per i cortometraggi e per il pubblico più giovane. Ma l’attesa è tutta per “I Medici. Masters of Florence”, la nuova serie sul Rinascimento italiano con Dustin Hoffman e Richard Madden - attesissimo ospite sul red carpet. Ecco cosa vedremo.

15 ottobre 2015 | 7 febbraio 2016 – I Maestri Impressionisti tornano al Vittoriano di Roma con una selezione di oltre sessanta capolavori dal Musée d’Orsay di Parigi per raccontare in modo nuovo lo spirito di un’epoca. Non i classici paesaggi impressionisti ma una galleria di ritratti, volti e gesti che insieme compongono un affresco della società francese di fine ottocento tra vita mondana, domestica e sociale. Così, passando da tele famosissime ad altre più insolite, Degas, Renoir, Bazille, Rodin, Manet, Cezanne (e tanti altri) riescono a “togliere la barriera che separa l’atelier dalla vita comune” (E.Duranty).

Una piccola storia d’amore e teatro che strizza l’occhio al Maestro del Brivido muovendosi tra i suoi film-capolavoro; un omaggio spassoso e singolare diretto da Leonardo Ferrari Carissimi e scritto da Fabio Morgan. Si chiama “Hitchcock. A love story” e resterà in scena fino al 25 ottobre, in prima nazionale, nel più affermato multisala off della capitale. Un tributo al Cinema e al Teatro, arti affascinanti e indispensabili, vicinissime e lontane, in uno scorrevole racconto più rosa che giallo - con qualche tinta di nero - che diverte e intrattiene.

Domenica, 11 Ottobre 2015 15:16

Clandestini - Teatro Roma (Roma)

Dal 6 al 18 ottobre. Divertenti, ritmati e coinvolgenti sono tornati in scena i “Clandestini” diretti da Vanessa Gasbarri. Un titolo immediato, quanto mai drammatico e attuale, per la commedia di Gianni Clementi che, giunta al terzo anno di repliche e successi, racconta la nostra attualità più tragica capovolgendola in un futuro prossimo e affidando ai quattro ottimi protagonisti il compito di scuotere il pubblico in platea a suon di risate (tante!), cinica ironia e pensieri amari.

Mercoledì, 07 Ottobre 2015 20:05

Maigret al Liberty Bar - Teatro Manzoni (Roma)

Dal 29 settembre al 25 ottobre. E’ con una novità assoluta per i palcoscenici italiani che il Teatro Manzoni ha aperto la nuova stagione, scegliendo uno dei personaggi della letteratura gialla più famosi e amati. “Maigret al Liberty Bar”, opera di Georges Simenon qui nell’adattamento teatrale diretto da Silvio Giordani e interpretato da Pietro Longhi e Paola Gassman, sa ricreare, per appassionati e non, le atmosfere tipiche del famoso commissario in uno spettacolo elegante ed avvincente, arricchito da suggestive musiche d’atmosfera e riuscite interpretazioni.

Sono “Romeo e Giulietta - Ama e cambia il mondo”, “Rapunzel” e “Frankenstein Junior” i musical trionfatori della stagione 2014/15. Annunciati ieri, durante la serata-evento per la prima edizione degli OIM - Oscar Italiani del Musical al Teatro Brancaccio di Roma, i migliori musical sono stati selezionati da una giuria di qualità presieduta da Christian De Sica. La serata, condotta da Giampiero Ingrassia e Serena Rossi e prodotta dalla Enpi Entertainment di Niccolò Petitto, è stata arricchita da ospiti famosi, premi alla carriera, estratti di musica e danza dai musical più famosi.

Sono in dodici, hanno tra i 24 e i 35 anni, provengono da otto paesi europei, hanno diverse formazioni e personali concezioni del teatro. Per tre settimane hanno lavorato insieme, recitando, improvvisando, confrontandosi: una compagnia senza regista, un gruppo alla ricerca di un linguaggio comune. Non sanno quando si incontreranno di nuovo né quale città europea li ospiterà la prossima volta. Ecco a voi il giovane collettivo teatrale europeo dell’ISO Theatre - International Super Objective Theatre. Questa volta il loro lavoro si è svolto in Italia, seconda residenza per l’estate 2015 organizzata nel contesto di "Conflict Zones", grazie al sostegno del programma europeo “Creative Europe”. Dopo la prima residenza in Bulgaria durante la Small Season del Teatro Sfumato di Sofia, il gruppo dell’ISO Theatre è arrivato a Roma dove ha lavorato prima presso l’Istituto Bulgaro di Cultura e poi al Teatro Argentina. Qui, nella Sala Squarzina, venerdì 17 luglio abbiamo assistito ad un’informale prova aperta, dimostrazione conclusiva del lavoro portato avanti in queste settimane.

La stagione si è appena conclusa (e ottimamente, con 28.500 spettatori e 15.000 abbonati) e il sipario del Teatro de’ Servi si è subito riaperto per gli attesi e ormai consueti “Assaggi di stagione”, il modo più vivo e piacevole per presentare il nuovo cartellone. Due serate di live trailer-show, condotte da Marco Simeoli, in cui tutte le compagnie previste per il 2015/2016 hanno offerto al numeroso pubblico un breve estratto dei loro spettacoli.

TOP