Sabato, 17 Ottobre 2015 17:29

Il Bugiardo - Teatro Quirino (Roma)

Dal 13 ottobre al 1 novembre, al Teatro Quirino, Geppy Gleijeses, Marianella Bargilli e Andrea Giordana portano in scena una delle più brillanti commedie di Carlo Goldoni, "Il Bugiardo", con la regia di Alfredo Arias. Protagonista è Lelio, un simpatico e irriducibile bugiardo che, in un colorito gioco di “spiritose invenzioni”, riscrive la propria biografia tessendo lodi alla sua poliedrica personalità. Lo spettacolo ha debuttato in prima nazionale a Castel Sant’Elmo lo scorso giugno, nell’ambito del Napoli Teatro Festival.

È stata presentata, in anticipo rispetto a tutti gli altri teatri di Roma, la stagione 2015/2016 del Teatro Quirino Vittorio Gassman. Geppy Gleijeses, co-direttore artistico e presidente della società che gestisce il Teatro, accoglie i suoi ospiti - giornalisti, attori, registi, e addetti ai lavori presenti in sala -  vestito in abito completamente bianco, a voler far risaltare all’occhiello, in contrasto, una rosa vermiglia: il simbolo scelto per la stagione che sta per presentare.

Dal 4 al 23 marzo. Lo spirito più autentico, sofferente e viscerale delle creature che costellano l'universo drammaturgico di Raffaele Viviani rivive nell'allestimento suggestivo, colorato, denso di delicatezza e partecipazione emotiva disegnato dal regista argentino, naturalizzato francese, Alfredo Arias. Lo spettacolo, frutto di una coproduzione tra Teatro di Roma, Teatro Stabile di Napoli e Fondazione Campania dei Festival ha debuttato al Napoli Teatro Festival Italia dello scorso giugno per poi approdare al Teatro Carignano di Torino, al San Ferdinando di Napoli e all'Argentina di Roma; prossime date della tournée al Teatro della Corte di Genova (dal 25 al 30 marzo) e al Teatro Due di Parma (1 e 2 aprile).

Argentino naturalizzato francese, autore di spettacoli esuberanti e dotati di una vena ironica tenera e folle, Alfredo Arias incontra per la prima volta un autore della grande tradizione napoletana qual è Raffaele Viviani. E lo fa firmando la regia di CIRCO EQUESTRE SGUEGLIA, la prima commedia del drammaturgo napoletano in prosa e musica andata in scena al Teatro Bellini di Napoli nel 1922. Ambientata tra baracconi, giostre e trapezi, Circo Equestre Sgueglia gira intorno alle figure di due clown, vittime dell’infedeltà dei loro rispettivi compagni di vita. Intorno, una galleria di figure e di personaggi con i quali i due condividono un’esistenza di perenne precarietà.

TOP