Undici titoli in abbonamento più due fuori abbonamento, per un totale di tredici spettacoli, compongono il ricco cartellone 2018/19 della stagione del Teatro della Cometa. Un teatro vivo deve essere capace di osservare e interpretare il presente. È per questo che la stagione 2018/2019 si diverte a mescolare le carte per soddisfare gusti e sensibilità diverse. Un programma variegato che si caratterizza per la qualità e la raffinatezza delle proposte.

Dopo aver raccolto successi in tutta Italia, Sabrina Ferilli torna a Roma con “Signori…le paté de la maison!”, con la regia di Maurizio Micheli, al suo fianco anche come interprete. Tratto da una famosa pièce teatrale francese, il testo adattato da Carlo Buccirosso e dalla stessa Ferilli, è lo spassoso ritratto di una famiglia in un interno borghese, dove tutti scoprono che hanno qualcosa da rinfacciarsi.

Commedia atipica dall’ironia sottile che è soprattutto autoironia, dove l’inganno è di fatto rivolto a noi stessi. Al di là della trama, per altro non scontata, è la riflessione sulla fragilità umana che rappresenta la cifra caratteristica di questo testo: un’amara riflessione sul bisogno di illusione e la difficoltà pratica di conviverci che nella scena finale si dichiara. Interpretata con capacità e garbo, un’insolita pièce napoletana. Maurizio Micheli, Vito, Loredana Giordano e Alessia Fabiani in scena al Teatro Sala Umberto dal 15 al 27 settembre con "Un coperto in più" di Maurizio Costanzo con la regia di Gianfelice Imparato.

Con uno slogan che vuole essere garanzia di affidabilità per la qualità dei lavori proposti, il direttore artistico del Teatro Sistina, Massimo Romeo Piparo, fa un bilancio dell’opera di rilancio avviata tre anni fa, dichiarandosi indubbiamente soddisfatto. Alla conferenza stampa del 28 maggio erano presenti alcuni dei protagonisti della nuova stagione come Enrico Montesano, Serena Autieri, Alessandro Siani, Sabrina Ferilli, Marco Morandi.

Curioso destino quello della commedia teatrale francese Le Prénom, di cui gli stessi autori Matthieu Delaporte e Alexandre De La Patellière hanno saputo trasporre la scoppiettante drammaturgia in sceneggiatura perfetta per il cinema, producendo un film che riscosse un successo incredibile e duraturo. Furono incassati solo in Francia 25 milioni di dollari ma la pellicola, tradotta in italiano ‘Cena tra amici’, ha comunque girato parecchio anche oltralpe. Sembra merito proprio di Sabrina Ferilli se ora la commedia originale giunge sui nostri palcoscenici teatrali, con l’adattamento curato da Carlo Buccirosso e dalla stessa Ferilli, che l’hanno parzialmente italianizzata nei contenuti e negli argomenti. In scena al Teatro Manzoni di Milano dal 12 al 29 marzo con la regia di Maurizio Micheli, tra i protagonisti assieme al bravo Pino Quartullo, la bella Sabrina Ferilli, Massimiliano Giovanetti, Claudiafederica Petrella e Liliana Oricchio Vallasciani.

Il pubblico del Teatro Manzoni di Milano troverà per la nuova stagione un cartellone ancora più ricco, pronto a soddisfare le esigenze più variegate. Una stagione con tante stagioni o meglio con più programmi.

La stagione 2013/14 del Teatro Manzoni di Roma continua nel solco della tradizione, ormai consolidata, della commedia brillante, una vera palestra per gli attori - come ha ricordato Paola Gassman intervenendo alla presentazione - con al centro i temi della famiglia, fil rouge di tutti gli spettacoli. In fondo, come ha sottolineaato Maurizio Micheli, altro habitué di questa sala, la famiglia è un microcosmo dove si ritrovano tutti i temi della società, i caratteri universali e le problematiche dell’attualità. Altro elemento caratteristico della stagione l’attenzione alla drammaturgia contemporanea sia per la regia, scegliendo anche alcuni giovani, sia per i testi, recuperando in certi casi autori italiani poco rappresentati. Infine, questo teatro più di altri dà l’impressione di essere un palcoscenico di vita dove gli abbonati interagiscono con attori e programmazione, una sorta di famiglia allargata che in occasione della prima si troverà a discutere, fuori dai circoli per addetti ai lavori, degli spettacoli.

Mercoledì, 20 Febbraio 2013 20:46

L'apparenza inganna - Teatro Sala Umberto (Roma)

Dal 19 febbraio al 3 marzo. La terza versione del testo, dopo quella nota cinematografica e un’altra teatrale – protagonista Neri Marcorè, diversi anni fa a Milano – convince e diverte. Davvero bravi gli interpreti, che finalmente fanno ridere senza essere sguaiati e senza volgarità; perfino svelando qualche lato amaro che riesce a disegnare anche i personaggi di secondo piano, tutti curati. Buona la trovata della scenografia a due piani. Uno spettacolo godibile.

Anche nelle migliori famiglie

Dal 2 al 21 ottobre. Ci sono storie che siamo convinti non potranno mai riguardarci, ma che invece l’ imprevedibilità della vita potrebbe drammaticamente metterci di fronte con quel cinismo che solo l’esistenza con il suo fluire talvolta incontrollato riesce a dimostrare. È quello che accade ai due attempati single protagonisti della commedia “Anche nelle migliori famiglie”, interpretati magistralmente dagli straordinari Maurizio Micheli e Aldo Ralli.

Mercoledì, 25 Gennaio 2012 22:32

L’apparenza inganna - Teatro Nuovo (Milano)

L'apparenza inganna

Ottima rivisitazione teatrale di un film francese molto divertente, “L’apparenza inganna”, scritto da Francis Veber dopo il successo ottenuto con “La cena dei cretini”. Lo presenta il Teatro Nuovo di Milano dal 17 al 29 gennaio, vincendo la scommessa di superare lo schermo col palcoscenico grazie al geniale impianto scenografico ideato da Alessandro Chiti e a due protagonisti irresistibili come Maurizio Micheli e Tullio Solenghi.

TOP