Oltre 80 spettacoli, 3 grandi appuntamenti con l’arte contemporanea, 10 incontri fra conservatori italiani e francesi, eventi speciali in occasione del 60°anniversario del gemellaggio Roma-Parigi e di Mantova Capitale della Cultura 2016, i protagonisti dell’architettura del padiglione francese alla Biennale di Venezia: un totale di 150 date - quasi tutte prime in Italia - in 30 città italiane per 6 mesi, da maggio a novembre, ospiteranno tutta la vitalità, la varietà e il dinamismo della scena artistica francese.

Domenica, 08 Novembre 2015 17:30

Fenêtres - Teatro Franco Parenti (Milano)

Un monologo del corpo abile, preciso e colmo di fantasia. Nella Sala Grande del Teatro Franco Parenti il palco è trasformato in una struttura a mò di casa con una grande parete di legno sulla destra, parete con finestre e persone sedute all’esterno che guardano dentro e vedono pure il pubblico in lontananza, una parete sulla sinistra con varie strutture curiose e una parete in tubi innocenti e una vera finestra, tutto aperto come deve essere la famosa quarta parete teatrale. Il pavimento poggia su un soppalco di circa un metro e si vede una sorta di tappeto enorme, rettangolare. Stiamo osservando il tutto dalla penombra e con l’ausilio di un brano musicale entra il protagonista, che sistema qualcosa al centro della grande stanza. Si siede, si lascia cadere sul ‘tappeto’ e rimbalza sul pavimento, facendoci intuire che il tappeto in realtà è proprio un materasso per rimbalzare. Il nostro protagonista si presenta e dice di chiamarsi Bolze, Mathurin Bolze.

TOP