Sabato, 20 Aprile 2019 15:24

Zero - Teatro Piccolo Eliseo (Roma)

Risate e pensieri, tanti personaggi e un solo attore: Massimiliano Bruno riporta in scena il suo “Zero”, una storia sull'amicizia, la rabbia mai sopita, le vite distrutte e ricostruite, i ricordi. Un racconto drammatico, reso estremamente divertente dall'ironia e dall'eclettico talento del protagonista.

Un vero e proprio teorema sull’amore ma anche sul nonsense della vita degli uomini che si rincorrono e che si affannano per amarsi, che si innamorano e si desiderano senza spiegazioni, che si incontrano per una serie di casualità di cui non sono padroni. Mito, fiaba e quotidianità si intersecano continuamente senza soluzione di continuità all’interno di questa inedita versione del noto testo shakespeariano, con adattamento e regia di Massimiliano Bruno e protagonisti Stefano Fresi, Violante Placido, Paolo Ruffini e Augusto Fornari.

Dodici mesi di teatro italiano, di creatività incoercibile e indomito coraggio nel portarla avanti nonostante le difficoltà sempre in agguato. Dodici mesi che abbiamo seguito con passione giorno dopo giorno e che, come ormai tradizione sulle nostre pagine, ci piace celebrare prima che l’anno si avvii alla conclusione con un ricordo dei suoi istanti più preziosi. Ecco a voi i migliori spettacoli teatrali del 2018 secondo SaltinAria.

Felice debutto al Teatro Sette per «Restiamo amici lo dici a tua sorella», una simpatica commedia incentrata sul tema dell’amore e dell’abbandono, diretta con grande capacità dal bravissimo Sergio Zecca, anche autore assieme a Massimiliano Bruno. Il lavoro, in scena fino al 4 novembre, è interpretato da una brillante ed affiatata compagine attoriale.

Il Teatro Eliseo si accinge a spegnere le sue prime cento candeline ma lo sguardo certamente non è solo rivolto ad una nostalgica rievocazione del passato: inesauribile energia creativa e linfa vitale pervadono la nuova stagione dello storico teatro di via Nazionale con una calibratissima miscela di prosa tradizionale e drammaturgia contemporanea, una grande attenzione dedicata ai migliori artisti emergenti ed uno sguardo rivolto alla cultura in tutte le sue declinazioni - scienza, letteratura, poesia, arte, musica, cinema, cucina - ed attento a tutte le generazioni. Alcuni dei protagonisti in arrivo sui palcoscenici di Eliseo e Piccolo Eliseo? Il padrone di casa Luca Barbareschi, Gabriele Lavia, Glauco Mauri e Roberto Sturno, Michele Riondino, Giorgio Tirabassi, Lello Arena, Carrozzeria Orfeo, Ficarra e Picone, Licia Maglietta, Eros Pagni e tanti altri… scopriamo i dettagli di una stagione 2018/2019 da non perdere, attraverso le parole del direttore artistico Luca Barbareschi.

Dopo il debutto della scorsa estate nella suggestiva cornice del Teatro Romano di Verona, approda al Teatro Eliseo la rilettura dell’immortale “Sogno di una notte di mezza estate” shakespeariano a cura di Massimiliano Bruno. In scena un cast d’eccezione che annovera tra le proprie fila Stefano Fresi, Giorgio Pasotti, Violante Placido e Paolo Ruffini. Lo spettacolo sarà in scena all’Eliseo dal 9 al 28 gennaio.

Dopo il grande successo di pubblico ottenuto nel corso della passata stagione, torna sulle tavole del Teatro Sette «Due di notte», lo spettacolo interpretato da Michele La Ginestra e da Sergio Zecca, anche autori assieme a Massimiliano Bruno. La commedia affronta tante tematiche, ma lo fa con i due ingredienti che da sempre contraddistinguono il palco diretto dall’ex Rugantino: l’ironia gentile e l’umorismo intelligente. L’intervista ai due protagonisti.

Al Teatro Sette arriva il quarto capitolo delle Stremate, sequel di cui Giulia Ricciardi è autrice. Le battute del testo sono imbastite addosso alle capacità interpretative delle tre protagoniste, che il regista Michele La Ginestra sa guidare con precisione indirizzando al meglio la loro esuberanza scenica.

Non perde il piglio appassionato che lo caratterizza ogni volta alla presentazione degli spettacoli scelti per la nuova stagione. Che piaccia o no, che ispiri simpatia o meno, Luca Barbareschi affronta la numerosissima platea del suo teatro con aria benevola, empatica, passionale. Concentrato esclusivamente sul valore dell’arte e nella convinzione dell’importanza delle politiche culturali. Rimarrà deluso chi si aspettava la sua controffensiva alle manifestazioni di dissenso espresse da molti addetti ai lavori sul conto del noto emendamento (ormai legge) che attribuisce al Teatro Eliseo un finanziamento di 8 milioni di euro per il biennio 2017/2018.

Martedì, 03 Gennaio 2017 20:47

Due di notte - Teatro Sette (Roma)

È un Capodanno tutto da ridere quello proposto dal Teatro Sette che decide di dare il benvenuto al 2017 con lo spettacolo «Due di notte», diretto ed interpretato da Michele La Ginestra e Sergio Zecca. A scrivere il testo assieme ai due artisti romani, un autore che è una garanzia di qualità: Massimiliano Bruno. La divertente commedia, che sarà replicata fino al 22 gennaio, racconta il retroscena di una serata in radio, tratteggiando in modo del tutto singolare le note caratteriali dei due speaker della trasmissione.

Pagina 1 di 2
TOP