Un libro scritto da donne che riguarda il cinema delle donne. Un tentativo di riappropriarsi di un importante spazio della cultura moderna che alle donne spetta di diritto: quello che riguarda appunto la settima arte, che della sensibilità, della specificità e del talento femminili si è largamente giovata fin dai tempi del cinema muto.

La politica del Quirinale nell’Italia repubblicana

Quante persone in Italia conoscono realmente la figura del Capo dello Stato, i poteri di cui dispone, i paletti posti costituzionalmente al suo operato e quale sia il suo ruolo all’interno della dialettica politica tra i partiti e nei rapporti con il potere esecutivo? Ben pochi purtroppo. Il saggio di Marco Gervasoni interviene per colmare un vuoto di conoscenza e per raccontare, seguendo storicamente la vita dell’Italia repubblicana, l’evoluzione della figura del Capo dello Stato, dalla discussione del suo ruolo nella Repubblica durante l’Assemblea Costituente, sino alla prima ri-elezione di un Presidente, quella di Giorgio Napolitano nel 2013.

La politica del Quirinale nell'Italia repubblicana

Un libro di racconti di un narratore ‘puro’, senza contaminazioni giornalistiche, saggistiche, con intenti didattici e didascalici. Sono racconti di fantasia di uomini e animali, più spesso dove protagonista è il femminile e il femminino, l’elemento fantastico che fluidifica il confine tra i regni dei viventi. E’ la scrittura però quello che caratterizza maggiormente questo libro nel quale di tanto in tanto perdevo il filo per seguire la parola, che domina incontrastata sulla storia. La scrittura di Francesca Di Martino è una partitura musicale scossa da movimenti tellurici improvvisi, che si innalza aulica e spontanea come chi ha metabolizzato il valore e la cultura dello scrivere e piomba nel basso ventre della vita, senza volgarità, secca e pungente d’un tratto.

Settembre è un mese di novità editoriali per la Marsilio editori, scopriamo quali.

Domenica, 06 Luglio 2014 16:10

Le novità di Marsilio Editori - luglio 2014

Happy Nation
di Liza Marklund
traduzione di Laura Cangemi

Un nuovo caso da brivido per la giornalista Annika Bengtzon

 

Solsidan è una lussuosa zona residenziale alle porte di Stoccolma, popolata di villette ordinate dai bei giardini curati, dove le signore portano per lo più lo stesso colore di capelli e tendono a fare a gara su chi abbia la migliore gestione della casa. Sembrerebbe un posto per gente felice. Ingemar Lerberg, la moglie Nora e i loro tre bambini vivono qui: lui, ex politico in vista, è per tutti un uomo d’affari di successo; lei, molto più giovane, una donna devota a marito e figli e focolare, attenta ai rapporti di vicinato e appagata dalla tranquilla vita in famiglia. Eppure, in un freddo e umido mese di maggio, Ingemar Lerberg viene trovato esanime e barbaramente seviziato nel suo letto, mentre Nora è svanita nel nulla. Perché tanta ferocia contro un uomo dall’apparenza così impeccabile? E dove si nasconde Nora?
In libreria dal 9 luglio

TOP