L’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” presenta dal 4 al 9 febbraio 2020, al Teatro Studio “Eleonora Duse”, "I pretendenti" di Jean-Luc Lagarce, saggio del III Anno di recitazione curato dal regista Valentino Villa.

Teatro Azione, rinomata scuola d’arte drammatica fondata nel 1983 da Cristiano Censi e Isabella Del Bianco, ha debuttato il 25 febbraio al Teatro Brancaccino di Roma, con la sua nuova produzione teatrale “Misura per Misura”, celebre commedia nera di William Shakespeare affidata all’interpretazione di nove fra i suoi più brillanti diplomati e alla regia di Valentino Villa, brillante regista e attore reduce dal successo come interprete di “Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni” di Daria Deflorian e Antonio Tagliarini per RomaEuropa Festival 2013.

Nuovo appuntamento con le produzioni teatrali della scuola Teatro Azione: debutta il 25 febbraio al Teatro Brancaccino di Roma, in scena fino al 13 Marzo, Misura per misura, celebre black comedy di William Shakespeare affidata alla regia di Valentino Villa.

Dal 2 all'8 dicembre. Un musical originale che smentisce l’idea che questo genere di spettacolo sia solo di matrice anglosassone. Noto per l’inizio che è poi anche la conclusione, un refrain diventato quasi un modo di dire, dietro l’aria scanzonata cela l’impegno della metà degli Anni Settanta, per certi versi precursore di battaglie sociali e civili. E’ un inno alla libertà del cuore e alla consapevolezza delle scelte, oltre i precetti e i pregiudizi da entrambe le parti, una par condicio ante litteram, singolare. Lo spettacolo, che nella versione attuale presenta qualche attualizzazione, privilegia l’interpretazione e la musica - interamente cantata dal vivo - rispetto alla macchina scenica che a volte domina con lo sfavillio questo genere teatrale. Animato da un grande ritmo coinvolge senza mai far accusare la stanchezza dimostrando la modernità del musical, che spesso ci appare datato. La regia interpreta la migliore tradizione della commedia all’italiana, che con il sorriso racconta problemi e crucci, vizi e drammi della società. Resta infine una lode al potere della musica e dell’arte.

TOP