Domenica, 22 Dicembre 2019 22:03

Diary of a madman - Teatro Belli (Roma)

Nell’ambito della XVIII edizione della rassegna “Trend - nuove frontiere della scena britannica”, a cura di Rodolfo di Giammarco, è andato in scena al Teatro Belli, in prima nazionale, lo spettacolo di Al Smith “Diary of a madman”, presentato al Festival di Edimburgo nel 2016 e liberamente ispirato a “Le memorie di un pazzo” di Nikolaj Gogol; ambientato in una Scozia contemporanea, sull'orlo del voto per l'indipendenza, si tratta di un testo incisivo ed attuale, che racchiude al proprio interno più piani di lettura, sostenuto da una messa in scena brillante e ben recitata.

Per una forse significativa specularità di numeri, la diciottesima edizione di Trend - Nuove frontiere della scena britannica mette in campo al Teatro Belli di Roma esattamente diciotto spettacoli nel calendario bimensile di fine 2019, e altrettanto il Royal Court Theatre di Londra, la sede più storica della nuova drammaturgia inglese ed europea, sede nel 1956 del clamoroso debutto di Ricorda con rabbia di John Osborne, ha annunciato diciotto nuove produzioni fra settembre 2019 e agosto 2020. Appuntamento dunque al Teatro Belli dal 17 ottobre al 21 dicembre!

Appuntamento irrinunciabile dell’autunno romano, ritorna la rassegna “Trend - nuove frontiere della scena britannica”, giunta alla sua XVII edizione. Il festival, a cura di Rodolfo di Giammarco, esplora i territori lisergici ed emozionanti della drammaturgia contemporanea d’oltremanica, affidando le messe in scena, essenziali ed incisive, ad alcune delle sensibilità registiche più acute del panorama italiano. Diciassette spettacoli ed un ciclo di proiezioni in lingua originale, dal 18 ottobre al 22 dicembre, nella consueta intima cornice del trasteverino Teatro Belli.

Mercoledì, 19 Aprile 2017 20:08

Vecchi per niente - Teatro Vascello (Roma)

Lo spettacolo “Vecchi per niente”, andato in scena al Teatro Vascello dall’11 al 14 aprile, è tratto dal libro “La forza del carattere” di James Hillman (psicanalista autore del famoso libro “Il codice dell’anima”) e scaturisce dalla rielaborazione del regista Nicola Russo, che ne ha curato una raffinata e intensa messa in scena. Sei attori, tutti bravissimi, lasciano al pubblico il dubbio su dove finisca il racconto e dove cominci il vissuto individuale, in uno spettacolo originale, coraggioso, senza indulgenza né compiacenza, che affronta una sfida quanto mai attuale: la scienza ha regalato anni alla vita, sappiamo dare vita agli anni?

Mercoledì, 25 Gennaio 2017 08:56

Aspettando Godot - Teatro dei conciatori (Roma)

Il maestro Samuel Beckett lo scrisse oltre sessant'anni fa, eppure ad oggi non esiste testo più attuale di "Aspettando Godot". Questa commedia è qualcosa in più del capolavoro del teatro dell'assurdo: è una vera e propria vita in sedicesimo.

Sarà in scena al Teatro dei Conciatori dal 23 al 28 febbraio 2016, "Aspettando Godot" di Samuel Beckett, per la regia di Alessandro Averone (premio Le Maschere del Teatro 2015). Protagonisti: Marco Quaglia, Gabriele Sabatini, Mauro Santopietro, Antonio Tintis.

Sino al 1 novembre, al Teatro Franco Parenti di Milano va in scena “Vecchi per niente”, uno spettacolo sulla vecchiaia ispirato a “La forza del carattere” di James Hillman, scritto e diretto da Nicola Russo. In scena Benedetta Barzini, Sara Borsarelli, Teresa Piergentili, Marco Quaglia, Agostino Tazzini e Guido Tonetti. É una produzione Teatro Franco Parenti in collaborazione con Monstera.

"Breve racconto domenicale" è ciò che promette il titolo: un breve racconto di una domenica mattina dal punto di vista di quattro personaggi. Di domenica ci si sveglia ad un’ora diversa rispetto agli altri giorni, la routine della settimana lavorativa è spezzata da un tempo che riacquista peso, densità. I pensieri circolano in libero disordine, come sempre, ma in questo tempo rarefatto capita di ascoltarli. Ci s’interroga sui propri desideri, sui sentimenti, sulle emozioni che ci mancano così tanto quando tutto nelle nostre vite ha raggiunto un equilibrio più o meno stabile. E allora vanno bene anche i sentimenti negativi, che si alimentano col piacere distruttivo, tanto poi in fondo non cambierà mai nulla, perché di pensieri si tratta o perché un nuovo equilibrio sostituirà quello vecchio. Psicopompo Teatro porta in scena a Carrozzerie | n.o.t con un'inconsueta modalità di tenitura - un fine settimana al mese per tre mesi - il testo di Matiás Feldman, con la traduzione e regia di Manuela Cherubini.

Domenica, 01 Luglio 2012 17:52

Questo silenzio - Teatro Belli (Roma)

Questo silenzio

Il giovane e talentuoso drammaturgo e regista Giovanni Franci, recentemente insignito del premio Siae alla creatività come miglior autore teatrale al Festival dei Due Mondi di Spoleto, presenta nell’ambito della XIX edizione della rassegna Garofano Verde il suo nuovo atto unico “Questo silenzio”: la tragedia classica esplode nella sua dirompente attualità, nell’angosciante atmosfera di un’imminente fine del mondo, in un inestricabile intreccio di torbido sesso, fantasmi del passato, lisergici paradisi artificiali, rapporti incestuosi ed ossessioni che affiorano inesorabili dalle nebbie del tempo.

TOP