Lunedì, 22 Luglio 2019 17:03

“Il tango” di Luis Borges

Un ciclo di conferenze del 1965 sul tema del tango, non una storia, una descrizione ma un’evocazione, la ricerca di un senso alla Borges, non una ricostruzione storico-scientifica quanto un senso emozionale. L’affresco che ci restituisce il grande scrittore, in un libro, che resta destrutturato, organizzato come una conferenza, è la visione di una Buenos Aires d’antan. Quella che neppure Borges ha conosciuto direttamente. Il tango è sinonimo di Buenos Aires, suo ambasciatore nel mondo, orgoglio argentino, foriero di conoscenza di una nazione giovane tra vicende gloriose e dolorose. Uno spunto per riflettere su una danza che è molto più di un semplice ballo, “è un pensiero triste che si balla”.

TOP