Dal 19 febbraio all’ 8 marzo, Luca Barbareschi porta sul palco del Teatro Manzoni di Milano, un “one man show”, Cercando segnali d’amore nell’universo, spettacolo autobiografico che nasce dalla voglia di festeggiare con il pubblico i suoi 40 anni di carriera. Un viaggio attraverso la sua vita, per ricordare le persone che ne hanno fatto parte e le esperienze, positive e negative, che l'hanno costellata; ma anche un tributo alla musica, ancora di salvezza in varie fasi della sua esistenza, che con il suo linguaggio universale finisce con l'abbracciare tutto e permettere alla vita di continuare a fluire. Chiara Noschese ne cura la regia. Ad accompagnarlo sul palco l'amico Marco Zurzolo, al sax con la sua band: al piano Mario Nappi, alla chitarra e voce Antonio Murro, al contrabbasso Diego Imparato ed alla batteria Gianluca Brugnano.

Il pubblico del Teatro Manzoni di Milano troverà per la nuova stagione un cartellone ancora più ricco, pronto a soddisfare le esigenze più variegate. Una stagione con tante stagioni o meglio con più programmi.

Dal 22 ottobre al 3 novembre, il Teatro Franco Parenti di Milano propone uno spettacolo intriso di umanità, storia, politica, etica, amicizia, responsabilità e gratitudine, declinato secondo le migliori tradizioni del teatro italiano: commedia dell’arte e tragedia. È "Il Discorso del Re", di David Seidler, Premio Oscar 2011 per la sceneggiatura originale del film dallo stesso titolo che narra la storia, realmente accaduta, di come un finto logopedista australiano, abbia saputo condurre Albert, secondogenito del Re Giorgio V, a vincere la sua balbuzie e parlare con accorato sentimento al popolo inglese, una volta salito al trono con il nome di Giorgio VI.

Giovedì, 22 Novembre 2012 07:27

Il discorso del re - Teatro Quirino (Roma)

Il discorso del re

Dal 13 novembre al 2 dicembre. La brillante intensità della pièce “Il discorso del re” dello sceneggiatore londinese David Seidler, dopo aver conquistato senza riserve le platee cinematografiche con la pluripremiata trasposizione diretta da Tom Hooper con protagonisti Colin Firth, Geoffrey Rush e Helena Bonham Carter, si riflette in maniera altrettanto vigorosa nella versione teatrale attualmente in scena al Quirino di Roma, per poi proseguire il cammino di un’impegnativa tournèe sui palcoscenici dell’intera penisola. Pilastri di una sontuosa esaltazione della drammaturgia della parola un magistrale Filippo Dini e l’istrionico Luca Barbareschi, in questa circostanza anche nelle vesti di produttore e regista.

il caso di alessandro e mariaDal 3 al 29 Marzo 2009. Luca Barbareschi reinterpreta, in qualità di regista e di protagonista, un testo del suo amico Giorgio Gaber e di Sandro Luporini, portato in scena con Mariangela Melato dal “Signor G” nell’unica stagione teatrale 1982-83.
Pagina 2 di 2
TOP