Nella splendida cornice dell’Accademia Nazionale di Danza, sul colle Aventino, Filippo Gili porta in scena la sua versione del celeberrimo “Aspettando Godot”, probabilmente l’opera più nota e replicata di Samuel Beckett. Nelle vesti, rispettivamente, di Vladimiro ed Estragone, ci sono Giorgio Colangeli e Paolo Briguglia, quest’ultimo nel ruolo in precedenza indossato dal “libanese” Francesco Montanari. Un’attesa esistenziale, eterna, destinata a restare cristallizzata nella contemporaneità.

Sabato, 27 Febbraio 2016 13:59

Kensington Gardens - Sala Uno Teatro (Roma)

Ambientato nella suggestiva cornice della cripta della Scala Santa a San Giovanni, "Kensington Gardens", dramma scritto e diretto da Giancarlo Nicoletti in soli sei mesi, smuove le corde dell'animo annullando la quarta parete e coinvolgendo le coscienze della platea. Conflitti generazionali, rapporto genitori-figli, successo ad ogni costo e sacralità dell'arte, e ancora tematiche sociali come l'identità territoriale, l'integrazione, la xenofobia, il tradimento, la fragilità dell'animo umano, questo il giusto mix che testimonia come Nicoletti sia un attento conoscitore dell'epoca contemporanea.

TOP