Shalpy in concerto @ Piper (Roma) - 16/05/2014

Scritto da  Domenica, 18 Maggio 2014 

Shalpy è il nome che “Scialpi” ha dato al suo nuovo percorso artistico. Shalpy ha festeggiato il suo 52esimo compleanno con un concerto-evento al Piper di Roma. VIP e la partecipazione straordinaria di María Villalón, vincitrice di X-Factor Spagna. Un tuffo negli anni ’80 e nelle sue nuove produzioni.


52 anni e non dimostrarli!


Venerdì 16 maggio, al Piper di Roma, Shalpy ha festeggiato il suo compleanno con un concerto-evento, con VIP e un’ospite speciale: María Villalón, talento puro vincitrice di X Factor spagnolo.


La serata è stata un viaggio negli anni ’80 e nelle hit (anche se non tutte!) che hanno reso celebre Shalpy.
L’inizio è di quello che non ti aspetti: “Rocking Rolling” (1983). Una versione che parte lenta per poi esplodere in tutta la sua energia. Pezzo storico e sempreverde.


“Che bello, compio 20 anni!” – dice con ironia Shalpy – “Stasera facciamo un percorso storico fino ad arrivare alle nuove canzoni”.


Si va avanti con "Pregherei": duetto che vede la partecipazione canora di Mariangela, vocalist della band che lo accompagna e che sarà con lui durante il tour estivo.


“Questa canzone l’ho scritta da giovane pensando di poter cambiare il mondo” – spiega Shalpy – “Ma non bastava scrivere… bisognava pregare. Il canto è la prima forma di preghiera”. Partono subito le note di “No East No West”, dove Shalpy fa partecipare il pubblico, incitandolo nell’eseguire i cori. Il finale diventa un mash-up con “Shout” dei Tears for Fears. Da brivido.


Inizia a far caldo e Giovanni si toglie la giacca, mostrando un fisico invidiabile. Parte in versione bossa “Baciami”. Si prosegue con l’inno generazionale “Cigarettes and Coffee”, cantata da tutti i presenti.


Dal disco “Spingi, invoca, ali” (del 2003) viene eseguita “Pregherò Imparerò Salverò”, che ha un potere trascinante ed evocativo. Si continua con “A… amare”, in versione aggressive, per poi tuffarsi dentro “Il grande fiume”, che è un po’ penalizzato senza l’inserto vocale femminile della versione originale.


“Sono stato un po’ di tempo fermo” – commenta Shalpy – “poi sono tornato a vita nuova, con lo stesso cognome ma scritto in maniera diversa. Per la prima volta eseguo dal vivo le canzoni nel nuovo genere musicale in inglese”. Parte “The Musici is Mine”. Aria danzereccia per il nuovo percorso artistico che si sta snocciolando in veste internazionale.


Fa poi il suo ingresso sul palco María Villalón, vincitrice di X Factor spagnolo. Voce, presenza, intonazione e simpatia sono le carte vincenti di questa giovane ragazza che esegue in duetto insieme a Shalpy “Come to me”, ultimo singolo dell’artista italiano, in versione “spanglish”. C’è ancora tempo per l’ultimo brivido, “Pregherei”, sempre in duetto, un po’ in italiano e un po’ in spagnolo.


Poi arriva la torta… sotto le note di “How Deep Is Your Love”.


Auguri Shalpy!!!

Scaletta:

1. Rocking Rolling
2. Pregherei
3. No East No West
4. Baciami
5. Cigarettes and Coffee
6. Pregherò Imparerò Salverò
7. A… amare
8. Il grande fiume
9. The Musici is Mine
10. Come to me - duetto con María Villalón
11. Pregherei - duetto con María Villalón

Video COME TO ME (uncensored)
https://www.youtube.com/watch?v=Z3wJ1uWspoc

Articolo di: Ilario Pisanu
Grazie a: Roberto Mantovani
Sul web: www.giovanniscialpi.com - www.mariavillalon.es - www.promotermusicale.it

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP