Niccolò Fabi, “Diventi Inventi 1997-2017” @ Carroponte (Milano), 06/07/2017

Scritto da  Domenica, 23 Luglio 2017 

Non si potrà cercare un negozio di antiquariato in via del Corso ma si può cercare una data di “Diventi Inventi 1997-2017”, il progetto-racconto di Niccolò Fabi, in giro per l’Italia e per tutta l’estate (compresa la data milanese al Carroponte dello scorso 6 luglio).

 

Il cantautore romano festeggia dal vivo il suo percorso artistico e musicale che dura da vent’anni. Vent’anni di poesie, collaborazioni e premi illustri, una “Somma di piccole cose” che vuole raccontare, ora, data dopo data, una carriera piena di riccioli e grandi successi che si alternano a quei brani che conoscono solo i fan della prima ora: da qui l’esigenza di un tour capace di narrare anche le sue rivincite. Una su tutte? Chi si ricorda “Dieci centimetri”? Era il 2000, l’album era “Sereno ad Ovest”.

Tra le chicche, però, non solo canzoni-capolavoro che non tutti ricordano. C’è un asso nella manica che si chiama Bianco, il cantautore torinese che Niccolò ha scelto per questo suo viaggio: insieme hanno suonato tutto il tempo fino a quando Bianco ha intonato “Mela”, la canzone di Alberto scelta anche da Levante come cover del suo primo album.

Nella tracklist, sette canzoni dall’ultimo album, tra cui la dolce “Le chiavi di casa” che arriva dopo una struggente e straziata “Ecco”.

Seguono, poi, gli episodi più introspettivi di “Solo un uomo” e gli aneddoti più naif di “Rosso”, per arrivare ai grandi capolavori come “Costruire”, “Vento d’estate”, “Offeso” o “Lasciarsi un giorno a Roma” (che ha provocato un vero tripudio di mani al cielo al ritmo di un inno generazionale, perché lo è, mi spiace).

Cosa resta? Il ricordo di un concerto d’amore, quello che solo i cantautori più raffinati sanno raccontare senza essere troppo banali, usando ugualmente le parole cuore e amore, ma messe lì dove nessun altro saprebbe arrivare. Una mano sugli occhi: “Non è più baci sotto il portone, non è più l’estasi del primo giorno, è una mano sugli occhi prima del sonno. È questo che sei per me”. Vent’anni che si vedono, non solo nel colore dei ricci che ha in testa ma anche nella maturità artistica, che lo rende uno dei migliori cantautori italiani contemporanei e un paroliere d’eccellenza. Poco da tormentone o da hit estiva, ma forse meglio così: per molti ma non per tutti.

Le prossime date del tour:
03/08/17 - MERANO (BZ), Giardini di Castel Trauttmansdorff (World Music Festival)
05/08/17 - SAN SEVERINO LUCANO (PZ), Parco Nazionale del Pollino (Pollino Music Festival)
06/08/17 - ZAFFERANA ETNEA (CT), Anfiteatro Falcone e Borsellino (Etna in Scena 2017)
12/08/17 - LOCOROTONDO (BA), Piazza Aldo Moro (Locus Festival)
17/08/17 - LOANO (SV), Arena Giardino del Principe (Dreams Festival)
19/08/17 - THARROS (OR), Anfiteatro (Rassegna Pop ad impatto zero)
25/08/17 - ASSISI (PG), Lyrick Summer Arena (Riverock Festival)
26/08/17 - MACERATA, Sferisterio
26/11/17 - ROMA, Palalottomatica

 

Articolo di: Andrea Dispenza
Grazie a: Tatiana Lo Faro, Ufficio stampa Parole & Dintorni
Sul web: www.niccolofabi.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP