MusicEmotion a Milano: la musica della Filarmonica della Scala al cinema

Scritto da  Daniela Cohen Domenica, 30 Marzo 2014 

Da tempo il cinema tenta di ‘rubare’ la scena al teatro e ai concerti grazie a sale cinematografiche dalla tecnologia avveniristica oppure all'avvento del 3D ma, è doveroso ammetterlo, nulla si può sostituire a uno spettacolo dal vivo specialmente quando c’è di mezzo la musica o altre arti specifiche. Figuriamoci un concerto sinfonico… ma MusicEmotion 2014, apparso al suo primo appuntamento al Cinema Apollo di Milano il 19 marzo, con una piccola tournée in provincia, ha tentato di dimostrare che invece la sfida è aperta. Ovviamente si lavora con le riprese di concerti dal vivo e si uniscono diversi momenti favolosi, felici, intermezzati da piccole interviste, con spiegazioni sulle esecuzioni e gli interpreti che offrono i propri sentimenti e le loro sensazioni su quanto hanno portato in scena. Il 9 aprile ci sarà uno spettacolo dedicato al concerto diretto da Daniele Gatti; online è possibile reperire l'elenco delle sale di cinema dove assistere a questo nuovo stile di emozione.

  

 

La Filarmonica della Scala è ripresa grandiosamente nel suo luogo d’elezione, ovvero il palco de La Scala di Milano, e lascia a bocca aperta sentire Bobby McFerrin che descrive le sue emozioni di fronte a certe improvvisazioni jazz, oppure Stefano Bollani che racconta perché suonare il pianoforte con una grande orchestra possa essere tanto speciale. Ma il grande concerto sinfonico è quello diretto da Gianandrea Noseda, che sovrintende alle musiche di Ottorino Respighi e Alfredo Casella, con la presenza al violoncello di Enrico Dindo. Daniel Harding e Lars Vogt invece suonano assieme Beethoven e raccontano alcuni aneddoti tra lo scorrere della musica, visibile o no. In effetti, quello che il grande cinema può dare è esattamente tutto quello che uno spettatore si sente frustrato per non riuscire a vedere a teatro: come si muovono quelle mani, che espressione ha sul volto quel tale interprete mentre suona, cosa pensa dei colleghi il numero uno o il direttore?

 

Ecco i momenti più interessanti del backstage, il tutto reso vivace dalla regia di Pietro Tagliaferri per un prodotto che si è scelto di chiamare MusicEmotion, tutto in HD per conferire assoluta profondità alle immagini di diversi concerti, scelti e introdotti da Francesco Micheli con particolari contributi e interviste esclusive ai musicisti della Filarmonica della Scala, ai suoi direttori e ai solisti, il tutto con la regia di Andrea Franceschini. Daniel Harding con Lars Vogt hanno presentato Brahms e Stravinskij (il 5 febbraio), Myung-Whun Chung ha suonato Beethoven e Brahms (il 26 febbraio), Gianandrea Noseda con Enrico Dindo hanno proposto Respighi e Casella (il 19 marzo), chiuderà Daniele Gatti con Brahms, Strauss e Berg (il 9 aprile). Chi volesse partecipare a un concorso, chiamato “Prova d’Orchestra”, potrebbe vincere biglietti per la prova della Filarmonica della Scala del 19 ottobre 2014 al Teatro alla Scala, oppure dei DVD dei concerti. Per partecipare bisogna andare sul sito http://www.musicemotion.filarmonica.tv/concorso e compilare un modulo online.

 

Oliviero Toscani, il grande fotografo italiano, ha avuto l’incarico di preparare il concept fotografico del progetto e ha voluto ritrarre tutti i protagonisti del grande gruppo musicale composto dai massimi professionisti del nostro paese e spesso anche da molti artisti giunti da lontano. La miglior immagine e il miglior suono possibili vengono offerti dalle serate trasmesse da MusicEmotion in DCP a 2k, ovvero ad alta risoluzione. Questa sigla indica il formato digitale per la distribuzione cinematografica (Digital Cinema Package) e sostituisce la vecchia stampa su 35mm per rendere più felici gli spettatori. In un certo senso, dovrebbero essere lieti quelli che alla Scala non sono mai riusciti a entrare e adesso, finalmente, potranno conoscere quale tipo di atmosfera si respira durante un grande concerto sinfonico. Beh, quasi, via. Insomma, sono dell’idea che dal vivo ci sia un brivido in più ma questa è un’esperienza molto simile e per giunta offre il ‘dietro le quinte’ e regala aneddoti e più informazioni che altrimenti sarebbero del tutto sconosciute. Per gli appassionati e i curiosi, senza il rischio di fare disastri, ‘entrate alla Scala’ e state comodamente al cinema, senza il problema di vestirsi con lustrini e paillettes!

 

 

www.musicemotion.filarmonica.tv
www.facebook.com/musicEmotioncinema

 

Prezzo consigliato 10 euro
Clienti UniCredit e accompagnatore 8 euro
Soci Touring Club Italiano 8 euro

 

Articolo di: Daniela Cohen

 

 

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP