Massimo Di Cataldo in concerto @ Stazione Birra (Roma) - 24/04/2012

Scritto da  Mercoledì, 25 Aprile 2012 

Massimo Di Cataldo in concerto @ Stazione Birra (Roma) - 24/04/2012Anteprima del nuovo show “Viaggio al centro dell’Universo”, il nuovo spettacolo tra fiaba e fantascienza che Massimo Di Cataldo porterà in giro per l’Italia. L’occasione è ghiotta per ascoltare live le sue più belle canzoni, il nuovo singolo “La fine del mondo”… e per festeggiare i suoi 44 anni!

 

 

 

 

 

L’idea del nuovo tour “Viaggio al centro dell’Universo” di Massimo Di Cataldo nasce dal ritrovamento di alcuni chip in un forziere, che contengono una storia: un manipolo di eroi alla ricerca di una terra.

Il capitano Max e tutto l’equipaggio dell’astronave Asterion, sorpassano difficoltà e tempeste galattiche, guidate dal fido computer Jim, un computer parlante che accompagna tutto il loro viaggio.

Questo in sintesi il concept che sta dietro “Viaggio al centro dell’Universo”, dove Massimo Di Cataldo ripercorre le tappe più significative del suo percorso artistico fino alla presentazione del nuovo singolo per l’estate “La fine del mondo”, nei digital store e in rotazione radiofonica dal 27 aprile (qui un assaggio dal sito Ansa.it). Il nuovo singolo non è tratto da nessun nuovo disco: “In questo momento – spiega l’artista – sento l'esigenza di far ascoltare questa nuova canzone, non vincolata ad un progetto di album: di tanto in tanto, un artista si affaccia per proporre qualcosa di nuovo, qualcosa di genuino, è sempre cosi nel mio caso… Fare un disco l'anno è una pazzia e, in questo momento, non avrebbe significato a prescindere dai movimenti del mercato. Faccio la mia musica”, continua Massimo Di Cataldo, “e scelgo quando è il momento di farla sentire, questa è la mia libertà”.

Il nuovo singolo arriva a tre anni di distanza dall’album “Macchissenefrega” ed è incentrato sulle paure della fine del mondo.

Il capitano Max guida quindi il suo equipaggio (e la sua band!) in un viaggio fatto di canzoni, fantascienza e fiabe. Bella la scenografia: un megaschermo dietro al palco che proietta immagini cosmiche e stellari. In più la postazione del capitano è corredata da un copricapo con telecamera incorporata, che proietta sul maxischermo sia le immagini distorte del capitano sia del pubblico (quando indossato dal capitano).

Massimo Di Cataldo apre con “Universo”, tratto da “Macchissenefrega” per continuare con l’intensissima “Che sarà di me” e l’irriverente “3mst” (inverso di 3 metri sopra il cielo). C’è anche spazio per una cover: “Il nastro rosa” di Battisti. Capitan Max introduce così: “Chi fa il mio mestiere ha la fortuna di poter suonare canzoni degli altri… Quella canzone alla radio che magari ti ha dato un la per iniziare qualcosa… Perché le canzoni sono la nostra vita, la nostra storia: sono parte di noi”.

Anime” (nella versione originale in duetto con Youssou N'Dour) viene eseguito in duetto da brivido con la splendida voce di Francesca Di Cataldo. Arriva la presentazione del nuovo singolo “La fine del mondo”, eseguito per la prima volta live. Guest il violino di Olen Cesari, che rende l’esibizione ancor più intensa.

Tra avarie dei motori, chiacchierate col computer Jim e pericoli incombenti, l’astronave Asterion con il suo equipaggio, vive in uno stato di “vita sospesa”, attratta da qualcosa di potente (un buco nero o simili) che ne potrebbe decretare la fine.

Sarà la musica a salvare il viaggio dell’astronave, che approderà finalmente in un pianeta blu…

Se adesso te ne vai” e “Con il cuore” concludono il viaggio in musica, regalando un bis da brivido con Francesca Di Cataldo e Olen Cesati sul palco per la conclusiva “Cosa rimane di noi”.

Massimo Di Cataldo ringrazia il pubblico e la sua band, che a mezzanotte spaccata gli dedicano un “tanti auguri”: il 25 aprile infatti è il compleanno di Massimo.

La tappa a Stazione Birra di “Viaggio al centro dell’Universo” (concerto durato due ore, mica una sveltina!) ha rodato questo show che mi sembra davvero interessante. L’espediente del viaggio alla ricerca di un futuro migliore si riflette con il nostro viaggio di tutti i giorni e con il viaggio che forse Di Cataldo sta compiendo da anni.

Rimanete connessi: il Capitano Max, il suo equipaggio e il computer Jim saranno in giro per l’Italia per altri magnifici viaggi, dove la parola d’ordine è MUSICA.

 

 

 

SCALETTA

1. Universo

2. Camminando

3. Non ci perderemo mai

4. Che sarà di me

5. 3mst

6. Scusa se ti chiamo amore

7. In nastro rosa (cover di Lucio Battisti)

8. Il mio tempo

9. Liberi come il sole

10. L’aria

11. Come il mare

12. Anime

13. La fine del mondo

14. Come sei bella

15. Solo se ci sei tu

16. Se adesso te ne vai

17. Con il cuore

Bis

18. Cosa rimane di noi

 

La band che accompagna Massimo Di Cataldo sul palco:

Massimiliano Rocca (batteria)

Ingo Schwartz (basso)

Alessio Pizzotti (tastiere)

Giuliano Bastianelli (chitarra)

 

Articolo di: Ilario Pisanu

Grazie a: Daniele Mignardi Promopressagncy

Sul web: www.massimodicataldo.com

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP