Idan Raichel in concerto @ Teatro Elfo Puccini (Milano) - 19/09/2015

Scritto da  Lunedì, 28 Settembre 2015 

Nella splendida galassia di suoni offerti da Mito, il festival internazionale che porta a Torino e Milano, nel mese di settembre, un’offerta musicale che va dal repertorio antico a quello classico e contemporaneo, dal jazz alla musica elettronica, aprendosi a diversità, cultura e innovazione, non è passato inosservato il concerto di Idan Raichel, al Teatro Elfo Puccini di Milano, sabato 19 settembre.

 

Nonostante le camionette della polizia dislocate davanti all'entrata del teatro incutano un po' di timore e rimandino alle immagini delle tensioni tra Israele e Palestina, la sala è piena. Il pubblico è variegato e impaziente. Attende il protagonista della serata, anzi, visto il suo ritardo, lo chiama sul palco applaudendo insistentemente perché la sua assenza si trasformi in presenza. Bambini, ragazzi, musicisti, nonni, eleganti signore lombarde, stranieri di passaggio, tutti sono venuti per il suo concerto. Lui è Idan Raichel, grande ambasciatore della cultura israeliana nel mondo, grazie al suo progetto musicale.

Si chiama The Idan Raichel Project, e al suo interno si esprimono più di 100 musicisti provenienti da diverse parti del mondo, con percorsi culturali ed artistici fortemente eterogenei; l’alchimia sonora che ne scaturisce è una sorta di impetuoso fiume musicale in cui confluiscono le sonorità mediorientali con quelle slave, africane, sudamericane, e innumerevoli altre. E tutto diventa vita.

Idan Raichel suona divertendosi, con nove musicisti rappresentanti dell’Idan Raichel Project: Cabra Casay, Maya Avraham e Avi Wogderess Vasa (voci), Gilad Shmueli (batteria), Joca Perpignan (percussioni e voci), Yogev Glusman (basso e violino), Marc Kakon (chitarre), Yankele Segal (tar, bouzouki, baglama e oud) e Eyal Sela (flauti e clarinetti), mentre la musica gioca con la luce, che si colora, illumina intensamente, si spegne.

E improvvisamente, quando si riaccende, si delinea una figura nota e cara al pubblico italiano: Ornella Vanoni, lei, proprio lei, con la sua voce potente e l'incedere da diva, amante della musica, di questa lingua che può parlare a tutti, al di là di confini, barriere, lingue, culture e religioni.

Una serata emozionante, un caldo regalo per il pubblico milanese, che più di una volta si alza dalle sue poltrone e vive con il corpo, danzando, questo bell'evento multiculturale.

Produttore, tastierista, cantante e compositore israeliano, Idan Raichel ha collaborato con Farka Touré, Alicia Keys e numerosi cantanti americani e internazionali (tra cui Jay-Z, Sting, Beyoncé). É stato anche invitato a suonare in concerto privato per il presidente statunitense Barack Obama.

 

Teatro Elfo Puccini (Sala Shakespeare) - corso Buenos Aires 33, 20124 Milano
Per informazioni e prenotazioni: telefono 02/00660606, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: sabato 19 settembre, ore 22.00
Biglietti: ingresso € 15,00

Articolo di: Raffaella Roversi
Grazie a: Tatiana Lo Faro, Ufficio stampa Parole & Dintorni
Sul web: www.idanraichelproject.com - www.elfo.org

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP