Giorgia in concerto @ Auditorium Parco della Musica (Roma) - 19/07/2014

Scritto da  Lunedì, 25 Agosto 2014 

Un incontro sempre memorabile quello tra la rassegna Luglio Suona Bene, che ogni estate inonda di variegati colori musicali la cavea del romano Auditorium Parco della Musica, e l'inconfondibile carisma vocale e la straripante energia interpretativa di Giorgia, cantautrice capace di tracciare da oltre vent'anni un sentiero artistico estremamente ricercato, coerente, eclettico e generoso nel donarsi sempre al pubblico senza riserve. Il "Senza Paura" tour ripercorre i più preziosi successi del suo ricchissimo repertorio, contrappuntati dai brani del nuovo album omonimo, pubblicato a novembre, il secondo frutto della riuscita sinergia musicale con il produttore Michele Canova.

 

Ad appena tre mesi da un concerto vicinissimo al sold out al Palalottomatica, Giorgia torna ad incantare il pubblico romano, che a sua volta non lesina certamente entusiasmo nell'accoglierla numeroso e calorosissimo. Un'empatia di rara potenza, un affetto coltivato lungo due decenni di musica lontana dai compromessi e dalla ricerca spasmodica del successo commerciale o della vetta delle classifiche, densi di sperimentazioni poliedriche e coraggiose, nonchè di collaborazioni tanto imprevedibili quanto brillanti.

Incastonati nell'ultimo album ritroviamo ad esempio lo struggente duetto con la star del soul Alicia Keys in "Pregherò (I will pray)" ed il pop leggero ed assolutamente orecchiabile di "Did I lose you", cantata con Olly Murs, giovane talento proveniente dall'X Factor inglese e letteralmente esploso nelle radio mondiali con la recente travolgente hit "Troublemaker"; di indiscutibile prestigio anche gli autori che firmano alcuni dei pezzi di questo nuovo progetto discografico: dall'inconfondibile ricercatezza di Ivano Fossati ("Oggi vendo tutto") al compagno di Giorgia, il cantautore, musicista e danzatore Emanuel Lo ("Io fra tanti", "Riflesso di me", "Perfetto", "Avrò cura di te", "Ogni fiore", "Il cielo è sempre il cielo" e "Vedrai com'è"), sino al produttore e compositore americano Busbee (in precedenza al lavoro con Christina Aguilera, Katy Perry, Kelly Clarkson e innumerevoli altri artisti e con la stessa Giorgia per "E' l'amore che conta", qui autore di "Did I lose you") e alla cantautrice inglese Natasha Bedingfield ("Non mi ami").

Il risultato è un album al contempo variegato e a fuoco, ricco di personalità, con episodi all'insegna delle leggerezza ballabile alternati a struggenti ballate, distillati di appassionato sentimento. Il tour che accompagna l'album ne ripercorre le stesse atmosfere, ovviamente lasciando anche il doveroso spazio agli innumerevoli successi di una carriera ormai più che ventennale.

Tra i nuovi brani si distinguono per travolgente intensità i primi tre singoli estratti ("Quando una stella muore", "Pregherò" e "Non mi ami"), così come non cessano di elargire brividi a profusione capolavori del passato come "Gocce di memoria", "Di sole e d'azzurro" o "Per fare a meno di te". Chi abbia però mai avuto in passato la fortuna di assaporare dal vivo il talento straripante di Giorgia, ricorderà perfettamente che i suoi concerti non sono affatto un mero susseguirsi di canzoni, pur pregevolmente interpretate, ma proposte in modo sostanzialmente asettico. La cantautrice romana sul palco sprigiona invece un'energia effervescente e libera, una simpatia coinvolgente capace di catturare ogni singolo spettatore con spontaneità; la cavea dell'Auditorium straripa di fans, amici e familiari dell'artista (presente per la prima volta il figlioletto Samuel, che però si tappa le orecchie e Giorgia commenta scherzosa "è quello il mio karma con gli uomini..."), tutti pronti a scatenarsi al ritmo dei pezzi più danzerecci e trascinanti come l'apertura affidata a "La mia stanza" (che scolora nell'immortale "Wanna be startin' something" jacksoniana), "La gatta", "Perfetto", "Spirito libero", "Tu mi porti su", "Il mio giorno migliore" o "Io fra tanti", l'attuale singolo passatissimo in radio al quale spetta l'onore di chiudere il sipario su questa serata estiva di ottima musica.

Ad accompagnare egregiamente la performance di Giorgia, una band superlativa capitanata dall'immancabile Sonny T. al basso, e composta da Giorgio Secco alla chitarra, Gianluca Ballarin alle tastiere, Claudio Storniolo al piano e Mylious Johnson alla batteria; di notevole suggestione inoltre gli effetti luminosi che si riverberano sul pubblico come caleidoscopiche visioni lungo l'intero percorso musicale, così come coloratissimo ed estroso è anche il look sfoderato dalla protagonista indiscussa della serata, lontana anni luce dal look androgino ed austero degli esordi ed ora sempre più femminile ed originale anche sotto questo punto di vista.

In attesa di scoprire i prossimi passi della camaleontica artista romana, godiamoci una rapida carrellata dei sofisticati ed emozionanti videoclip sinora estratti da "Senza Paura":
"Quando una stella muore" - https://www.youtube.com/watch?v=omX_svLJ5zg
"Pregherò (I will pray)" - https://www.youtube.com/watch?v=83Ln9Hjv5cQ
"Non mi ami" - https://www.youtube.com/watch?v=090f8pSd6yI
"Io fra tanti" - https://www.youtube.com/watch?v=Tz59ZIH4jrQ

SETLIST
1. La mia stanza/Wanna be startin' something
2. Gocce di memoria
3. Vado via
4. Pregherò
5. Girasole/Il cielo in una stanza
6. Nasceremo
7. Come Thelma e Louise
8. Infinite volte
9. Parlo con te
10. Quando una stella muore
11. La gatta
12. Non mi ami
13. Perfetto
14. Di sole e d'azzurro
15. Spirito libero
16. Per fare a meno di te
17. Tu mi porti su
18. Il mio giorno migliore
19. Vedrai com'è
Encore
20. Serenata Rap (Jovanotti) / Strani Amori (Laura Pausini) / Fuori (Irene Grandi) / The rhythm is magic (Marie Claire d'Ubaldo) / Rhythm of the night (Corona)
21. E poi
22. Io fra tanti

Articolo di: Andrea Cova
Grazie a: Massimo Pasquini, Ufficio stampa Fondazione Musica per Roma
Sul web: www.auditorium.com - www.giorgia.net

Video

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP