Giorgia, “Oronero Live” @ Palalottomatica (Roma), 02/03/2018

Scritto da  Sabato, 03 Marzo 2018 

Ha debuttato a Roma, con due date gremite di un pubblico tanto numeroso quanto caloroso, il nuovo tour di Giorgia, che celebra il successo dell’omonimo album “Oronero Live”, il quinto dal vivo per la cantautrice romana giunta ormai alle soglie dei cinque lustri di carriera. Un palco centrale per una visione perfetta e coinvolgente da ogni settore del Palalottomatica; un cammino musicale tra gli indimenticabili successi all’insegna dell’emozione e di un groove soul trascinante e i brani più recenti estratti da “Oronero, l’ultimo album di studio pubblicato un anno e mezzo fa. Energia, passione e travolgente intensità condensate in un distillato rigenerante per lo spirito, per un tour realmente imperdibile che, dopo il doppio appuntamento romano, approderà al Mediolanum Forum di Milano e alla Kioene Arena di Padova.

 

Giorgia - Oronero LiveDopo ventiquattro anni di carriera artistica, sempre impeccabilmente coerente e con la ricercatezza musicale come solidissimo ed imprescindibile fondamento, con un bagaglio di oltre 7 milioni di dischi venduti, è innegabile che Giorgia sia una delle voci più carismatiche, riconoscibili ed emozionanti del panorama italiano. Al di là della perfezione tecnica e della preziosità dei virtuosismi, il suo universo artistico è estremamente più sfaccettato e brillante: sperimentazione di stili eterogenei tra ballad raffinate, pop contagioso, r&b seducente e qualche vigorosa pennellata di rock; tour di concerti dal profilo sempre più internazionale; videoclip concepiti con creatività ed ispirazione; collaborazioni con artisti del calibro di Luciano Pavarotti, Ray Charles, Lionel Richie, Mina, Pino Daniele, Andrea Bocelli, Eros Ramazzotti, Gianna Nannini, Herbie Hancock e Alicia Keys. L’ “Oronero Live” tour ben sintetizza la complessità di questo microcosmo artistico, conquistando ancora una volta senza riserve lo spettatore.

Accompagnata dal consueto gruppo di talentuosi musicisti - Gianluca Ballarin alle tastiere, Giorgio Secco alle chitarre, Mylious Johnson alla batteria, Claudio Storniolo al piano e l’immancabile direttore musicale Sonny T - Giorgia raggiunge il palcoscenico attraversando il parterre tra l’abbraccio caloroso dei suoi fans, sulle note di “Oronero”, indossando un completo nero arricchito da una giacca scintillante. Se l’apertura è caratterizzata da vibrante sentimento, si prosegue subito dopo con una scarica di dilagante adrenalina con “Il mio giorno migliore” e “E’ l’amore che conta”. Brani più recenti come “Mutevole”, “Scelgo ancora te”, “Per non pensarti” e “Regina di notte”, estratti dall’ultimo album di studio “Oronero”, o come “Chiamami tu” e “Come neve” (originariamente uno struggente duetto con Marco Mengoni, proposto in tour in una più che convincente versione solista), brani inediti estratti dal progetto “Oronero Live”, si alternano ai successi imprescindibili del passato, in un’alchimia perfettamente calibrata.

Giorgia - Scelgo ancora te“Gocce di memoria” continua a regalare vivida commozione, così come “Come saprei” ed “E poi” che riannodano in un istante i fili della memoria sino agli albori del suo percorso musicale sui lidi sanremesi. La delicatezza ineffabile di “Per fare a meno di te” e “L’eternità” si interseca con la positività irresistibile di “Vivi davvero”, “Io fra tanti” e “Tu mi porti su”, sino ad arrivare al culmine del pathos con cristalli di rarissima lucentezza come “Di sole e d’azzurro” (salutata da una standing ovation) e “Marzo”.

Se lo show è naturalmente centrato sulla personalità vocale inconfondibile di Giorgia non mancano certamente anche suggestioni visive, come il maestoso albero iridescente posizionato al centro del palcoscenico, e parentesi sorprendenti come l’irruzione degli Psycodrummers con i loro tamburi possenti, le loro maschere a celare parzialmente il volto, e il loro ritmo primigenio, oppure il sopraggiungere di una possente compagine di ottoni o ancora la pacifica invasione di coloratissimi e giovanissimi ballerini a rendere ancor più spumeggianti alcuni dei brani uptempo.

Giorgia - Oronero LiveIl tradizionale encore segna, come ormai piacevole consuetudine dei concerti di Giorgia, un ritorno al passato alla riscoperta delle canzoni che popolavano la vetta delle classifiche venti anni fa, dunque nel 1998. Eccola così cimentarsi con la civettuola “Baby one more time” di Britney Spears, l’intensità gospel di “My love is your love” di Whitney Houston, l’epica ballata rock “I don't want to miss a thing” degli Aerosmith, la quintessenza del romanticismo “My heart will go on” di Celine Dion, sino al momento di maggiore potenza emotiva dell’intero concerto, la rilettura di “Onde” di Alex Baroni, indimenticato cantautore milanese prematuramente scomparso in un incidente stradale ed in passato compagno di Giorgia per quattro anni.

La serata si chiude con le vibrazioni positive e solari di “Credo”: “Cancellerò il passato per non tornare indietro // Mentre riguardo in uno specchio i segni di chi ero // È il tempo del risveglio, risalgo dal profondo // Dopo aver fatto a pugni con me stessa credo // E credo nelle lacrime che sciolgono le maschere // Credo nella luce delle idee // Che il vento non può spegnere // Io credo in questa vita, credo in me”. Quale miglior auspicio per tutti gli spettatori entusiasti di questo live, così come per la stessa Giorgia, artista autentica, sofisticata ma simpaticissima, generosa sul palcoscenico ed incredibilmente talentuosa. Appuntamento al prossimo tour!

 

Scaletta “Oronero Live” tour
1. Oronero
2. Il mio giorno migliore
3. E’ l’amore che conta
4. Chiamami tu
5. Mutevole
6. Vivi davvero
7. Scelgo ancora te
8. Quando una stella muore
9. Non mi ami
10. Gocce di memoria
11. Regina di notte
12. Come saprei
13. E poi
14. Per fare a meno di te
15. L’eternità
16. Vado via
17. Tu mi porti su
18. Di sole e d’azzurro
19. Marzo
20. Io fra tanti
21. Come neve

Encore
22. Per non pensarti
23. Medley (cosa andava di moda nella musica del 1998?)

   Britney Spears - “Baby one more time”
   Whitney Houston - “My love is your love”
   Aerosmith - “I don't want to miss a thing”
   Celine Dion - “My heart will go on”
   Alex Baroni - “Onde”

24. Credo

Date “Oronero Live” tour:
2 e 3 marzo - PalaLottomatica (Roma)
7 e 8 marzo - Mediolanum Forum (Milano)
12 e 13 marzo - Kioene Arena (Padova)

 

Articolo di: Andrea Cova
Grazie a: Sara Bricchi, Ufficio stampa Parole e Dintorni
Sul web: http://giorgia.net

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP