Elio e le Storie Tese in concerto @ Postepay Rock In Roma (Roma) - 19/07/2012

Scritto da  Sabato, 28 Luglio 2012 
Elio e le Storie Tese

Concerto da artisti seri, maturi e impegnati quello di Elio e le Storie Tese al Postepay Rock In Roma dove hanno portato l’edizione estiva dell’ “Enlarge Your Penis Tour 2012”.

 

 

Se pensavate che gli Elio e le Storie Tese fossero dei bamboccioni, scanzonati e mai seri, beh, siete parecchio fuori strada. Dopo 22 anni di carriera, gli Elii sono molto più cresciuti di quanto pensiate, dei serissimi professionisti, esperti delle problematiche dell’uomo moderno e dell’uomo della strada, oggetto di tante loro canzoni che sotto un’apparenza leggera trattano argomenti pregnanti e sempre attaccati alla realtà.

Come fosse un programma di governo, il concerto si compone di una lista di argomenti fondamentali, scomodi, coraggiosi e che nessuno tratta: la pasticceria, l’omosessualità, il problema di internet ed il WWW, l’edilizia abusiva, la discomusic ed il rock and roll; insomma, un programma degno del più avanguardistico dei partiti.

Niente propaga, sia chiaro, ma tutto trasmesso attraverso brani scelti prevalentemente da Studentessi (2008), Eat the Phikis (1996) e soprattutto Craccracriccrecr (1999).

Se il precedente tour è stato quella della svolta dopo il viaggio in India (almeno loro dicevano così, bah!), in Enlarge your Penis Tour 2012 tornando in abiti occidentali, si presentano nella maestosa eleganza che meritano. Purtroppo l’ottimo Mangoni, performer storico degli Elii, ancora non è stato inserito nella line up in pianta stabile. Di contro, il concerto romano ha visto la collaborazione di un nuovo elemento, letteralmente lanciato sul palco: un pollo di gomma, che durante Born to be Abramo nel finale, ha dato prova delle sue abilità, caratterizzate da un gorgheggio/singhiozzo a metà tra un guaito canino ed un femmineo sospiro di estremo piacere.

Senza ribadire l’ottima performance di Elio, una maiuscola sicurezza, bisogna necessariamente “cantare le lodi” di Paola Folli e Rocco Tanica: la prima, acclamata a gran voce e festeggiata puntualmente al termine di ogni brano dal numeroso pubblico romano, per il recente compleanno, oltre ad aver supportato il gruppo per l’intero concerto, ha guidato gli EELST in un’impeccabile esecuzione della hit di Elton John Saturnday Night (Alright for Fighting); altra formidabile prova canora e musicale, è stata data dal buon Tanica e dalla band tutta, riproducendo perfettamente Baba O'Reily in apertura di concerto: i ritardatari al botteghino avranno avuto un attimo di dubbio e tentennamento quando, calate le luci della ribalta, hanno sentito l’intro distintivo del classico degli Who (“ma a che concerto siamo andati?”).

La periodica calata oltre il Rubicone di Elio e company è stata come al solito attesissima, partecipata e gustata dai molti fan e le tante fave presenti (nome con cui il gruppo ha chiamato il proprio fan club); se proprio dobbiamo fare i pignoli, il concerto si potrebbe stigmatizzare con pochissime parole emblematiche: ottima prova ma un po’ troppo abbottonati.

 

SCALETTA

   1. Baba O'Reily (The Who Cover)

   2. Burattino senza fichi

   3. Gargaroz

   4. Omosessualità (Blues intro)

   5. Pilipino Rock

   6. Heavy Samba

   7. Come gli Area

   8. Enlarge Your Penis

   9. Abbecedario

  10. Parco Sempione

  11. Rock and roll + drum solo

  12. La bella canzone di una volta

  13. Discomusic

  14. Evviva

  15. La Visione

  16. Born to be Abramo

ENCORE:

  17. Saturnday Night (Alright for Fighting) (Cover Elton John)

  18. Tapparella

 

ELIO E LE STORIE TESE sono:

Elio - voce solista, chitarra, flauto traverso

Faso, ora Mickey - voce, basso elettrico, cori

Cesareo - chitarra, cori

Rocco Tanica - voce, tastiera, vocoder, drum machine, diamonica

Christian Meyer - batteria, percussioni

Santoman - tastiera, cori

 

Articolo di: Giovanni Villani

Grazie a: Ufficio Stampa Daniele Mignardi Promopressagency

Sul web: http://elioelestorietese.it/

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP