Prosegue al Teatro Furio Camillo il festival Labirinto, organizzato dal giovane ed energico Gruppo della Creta, nato nel 2015 dalla sinergica unione di giovani attori diplomati presso la Nuova Accademia Internazionale di Arte Drammatica del Teatro Quirinetta di Roma. Nove spettacoli, incontri letterari e una esposizione di arti figurative per presentare al pubblico romano una compagine teatrale assolutamente interessante e fuori dagli schemi. Per addentrarci nei meandri di questo affascinante Labirinto, abbiamo incontrato due dei giovani artisti del Gruppo della Creta, Cristiano Demurtas e Bruna Sdao.

Jacopo Venturiero è artista eclettico, attore, regista e doppiatore capace di destreggiarsi con abilità tanto sul palcoscenico quanto davanti ad una macchina da presa. Menzione speciale al premio "Hystrio alla vocazione" 2006, negli ultimi anni ha indossato innumerevoli ruoli spaziando dalla commedia brillante francese di Honoré de Balzac ai tormentosi labirinti interiori di Henrik Ibsen, dalla drammaturgia contemporanea anglosassone più tagliente sino alla tradizione medievale delle Sacre Rappresentazioni, distillate nel più recente spettacolo, "Passio Hominis", che l'ha visto protagonista nel ruolo di Cristo, diretto da Antonio Calenda e al fianco di Lina Sastri. Un giovane interprete con un vivace talento naturale ed una spiccata sensibilità attoriale, coltivati attraverso gli studi accademici, ed impreziositi da una lucidissima visione dello status quo del panorama teatrale italiano.

È stata presentata, in anticipo rispetto a tutti gli altri teatri di Roma, la stagione 2015/2016 del Teatro Quirino Vittorio Gassman. Geppy Gleijeses, co-direttore artistico e presidente della società che gestisce il Teatro, accoglie i suoi ospiti - giornalisti, attori, registi, e addetti ai lavori presenti in sala -  vestito in abito completamente bianco, a voler far risaltare all’occhiello, in contrasto, una rosa vermiglia: il simbolo scelto per la stagione che sta per presentare.

Nell’ambito del programma di attività e spettacoli del progetto Roma per Eduardo, il Teatro di Roma dedica all’opera del grande maestro del nostro teatro, nella Sala Squarzina del Teatro Argentina, un’occasione per conoscere un Eduardo ritratto fuori e dentro la scena, uomo del Novecento che ha portato il teatro nel mondo e il mondo a teatro.

Si sono concluse ieri con un grande successo di pubblico le repliche di "Linapolina", spettacolo in prosa, danza e poesia di e con Lina Sastri. Il Teatro Quirino ha accolto una media di 700 spettatori giornalieri e ha avuto l'onore di ospitare diverse personalità illustri.

Giovedì, 20 Marzo 2014 21:20

Linapolina - Teatro Quirino (Roma)

Dal 18 al 30 marzo. Una visione, perfetta, impeccabile, molto costruita, fin troppo. Un primo tempo con Lina Sastri consapevole di sé, di rosso vestita, che si guarda e premia l’occhio; un secondo tempo dirompente. Torna l’anima verace, calda, con nostalgie struggenti che lasciano il posto al sogno. Nulla di etereo perché la protagonista vuole smettere di avere speranze nel futuro ma osare il sogno, la sfida. Napoli è la vera colonna sonora di uno spettacolo dove la parte teatrale è solo una serie di cuciture tra partiture. Grande componente strumentale con otto musicisti. Sofisticati il gioco di luci e la scenografia.

Domenica, 28 Ottobre 2012 11:54

Linapolina - Teatro Diana (Napoli)

Linapolina

Dal 18 ottobre al 4 novembre. “Linapolina” è Lina Sastri in uno spettacolo firmato nella regia da lei stessa, nel quale si racconta tramite la città che le diede i natali e che le donò notorietà, usando il linguaggio singolare della canzone napoletana, da quella antica a quella moderna.

Giovedì, 17 Maggio 2012 19:57

Per la strada - Teatro Eliseo (Roma)

Per la strada

Dal 15 al 27 maggio. Dopo aver lavorato negli ultimi mesi con Woody Allen in “To Rome with love” ed una stagione teatrale intensa che l’ha vista sui palcoscenici di mezza Italia con “La casa di Bernarda Alba” di Lorca e “La casa di Ninetta”, dedicato a sua madre, Lina Sastri torna alla sua vera passione, la musica, con questo spettacolo girato “’Mmiez’ ‘a via”. Per la strada, perché la strada è il luogo migliore per vivere, capire e raccontare una città come Napoli, ‘frastornata’, confusionaria, ma di cui, in fondo non si può fare a meno. Accompagnata da una piccola orchestra di nove musicisti e da quattro danzatori, la Sastri racconta quella che continua a sentire come la propria città attraverso un repertorio di brani inediti di autori partenopei contemporanei.

Mercoledì, 16 Maggio 2012 11:05

Per la strada - Teatro Bellini (Napoli)

Lina Sastri

Una giovane ragazza, Lucia (Lina Sastri), nata per sbaglio o per fortuna in uno dei quartieri popolari della città, racconta una giornata a Napoli e lo fa ora con la voce, che si nutre di parole e di canto, accompagnata da una piccola orchestra di nove elementi, e ora con il movimento corporeo, lasciandosi accompagnare nella sua narrazione da quattro danzatori. Ha con sé una valigia di cartone che abbandona in ogni angolo di questa città che le appartiene in modo così viscerale da impedirle di andar via e in cui il passato si fonde perfettamente con il presente; così come perfetta è la fusione tra danza e musica in scena. Lo spettacolo è scritto e diretto dalla Sastri che accompagna il suo pubblico in un viaggio attraverso i ricordi e la musica di grandi autori e cantautori del passato come Pino Daniele, Carlo Faiello, Lino Cannavacciuolo, Salvatore Ferraiolo e Giovanni di Gennaro.

La casa di Bernarda Alba Dal 19 ottobre al 6 novembre. È con questo spettacolo, già presentato in prima assoluta nella rassegna del Napoli Teatro Festival, che si è aperta la nuova stagione del Teatro Stabile Mercadante, nuova in tutti i sensi in quanto il vecchio direttore Andrea De Rosa è stato sostituito da Luca De Fusco. Cambio di scena, ma soprattutto di color bandiera, da rosso passione ad azzurro cielo, per un cartellone ricco di eventi ed una partenza di grande prestigio.
TOP