Sabato, 27 Ottobre 2018 16:56

39 scalini - Teatro Roma (Roma)

“39 scalini”, campione d’incassi al Teatro de’ Servi nel 2016, torna in scena nella capitale dal 23 ottobre al Teatro Roma; firmato dalla regia di Leonardo Buttaroni e arricchito dalle scenografie di Paolo Carbone, riprende l’opera scritta da Patrick Barlow nel 2005, pensata per un cast di quattro attori, qui interpretati dall’affiatato cast composto da Alessandro Di Somma, Matteo Cirillo, Diego Migeni e Marco Zordan.

È tempo di Assaggi di Stagione al Teatro de’ Servi per l’anteprima della nuova stagione 2017/2018, appuntamento fisso di questo teatro, patria della commedia d’autore a Roma che ripropone la solita formula “cinematografica”: i trailer degli spettacoli. Format che si conferma indovinato. La nuova stagione è un ventaglio di proposte decisamente variegato per i temi: rispetto ad altre stagioni indietreggiano temi sociali quali il precariato e l’immigrazione, o meglio sono presentati attraverso storie quotidiane, filtrati dalla quotidianità, senza diventare il soggetto della pièce. Relazioni amorose, sogni e malintesi, sempre al centro della commedia tra risate e amarezze. C’est la vie.

Sabato, 12 Marzo 2016 10:43

39 Scalini - Teatro Trastevere (Roma)

Dall’8 al 27 marzo. È in scena al Teatro Trastevere di Roma, in omaggio al Maestro del Brivido Alfred Hitchcock, “39 scalini”, commedia giallo-comica raccontata con fantasia e divertimento dalle Cattive Compagnie. Solo quattro attori per interpretare 39 ruoli in uno spettacolo dal ritmo frenetico in cui l’atmosfera da thriller lascia spazio ad una storia di spie, intrighi, fughe rocambolesche e inseguimenti spettacolari, raccontata tra innumerevoli travestimenti e trovate sceniche tanto semplici quanto efficaci.

Lunedì, 22 Febbraio 2016 21:20

Mi sveglio già pettinata - Teatro Duse (Roma)

Il 29, 30 e 31 gennaio e il 5, 6 e 7 febbraio è andato in scena al Teatro Duse "Mi sveglio già pettinata" un testo scritto e interpretato da Manola Rotunno, per la regia di Leonardo Buttaroni, con scenografie di Paolo Carbone e assistenti alla regia Francesca Romana Miceli Picardi e Marta Marsili. L’interprete è pirotecnica nel suo monologo notturno che comincia dalle liste che scriveva da bambina. Versatile, in un piccolo spettacolo, un gioiellino di fattura, che merita un futuro. Deve decidere se condensarsi e diventare ironico e lirico monologo di ricordi di un’infanzia che nessuno ha creduto, sospeso sul sogno che resta possibilità di aggirare la morte; o, al contrario, distendersi per diventare quasi un cabaret, quadri e figure diverse, giocando sui personaggi e i dialetti che l’attrice interpreta, instancabile, tra up and down emotivi, dai versanti comici alle punte liriche.

E' andato in scena al Teatro Trastevere un inconsueto quanto coraggioso adattamento della prima tragedia shakespeariana,"La tragedia di Tito Andronico", sanguinaria, passionale e dolorosa epopea di un condottiero romano che, vittorioso nelle campagne militari contro i barbari Goti, al ritorno a Roma trova ad accoglierlo ancor più efferato e implacabile destino. Dopo il buon riscontro di pubblico e critica dei progetti precedenti "Horse Head" (segnalato dal New York Times e vincitore del primo Roma Fringe Festival) e "Fight Club", le Cattive Compagnie portano in scena "Titus - commedia pulp" con la regia di Leonardo Buttaroni, prodotto in collaborazione con la Compagnia Mauri-Sturno e realizzato con La Cattiva Strada e l’Accademia di Musica e Teatro Nomos. Un lavoro in cui l'atroce spirale di violenza degli eroi scespiriani viene declinata in chiave pulp, con l'intento di riecheggiare le atmosfere del migliore Quentin Tarantino. Ma il crinale tra tragico, pulp e grottesco è ahimè estremamente sottile ed incappare in qualche rischioso scivolone è un pericolo piuttosto insidioso...

Con oltre 50 repliche all’attivo e 10 date nella Grande Mela, Le Cattive Compagnie, già segnalate dal New York Times, riportano in scena “Horse Head” di Damon Lockwood, lo spettacolo vincitore del Roma Fringe Festival 2012. Un ipotetico spin-off dei misteriosi uomini che, nel film “Il padrino” di Scorsese, metteranno in atto una delle intimidazioni più immaginifiche e note dell’intera cinematografia mondiale. Lo spettacolo, con la regia di Leonardo Buttaroni, la scenografia di Paolo Carbone e sul palco Diego Migeni e Yaser Mohamed, replica per cinque date al Teatro Ambra alla Garbatella di Roma, dal 25 al 30 marzo.

Giovedì, 13 Marzo 2014 20:19

Fight Club - Teatro Trastevere (Roma)

Dal 4 al 23 marzo. Qualcuno molto solo, ansioso e disperato potrebbe anche ridursi a frequentare, abusivamente, gruppi di ascolto per persone malate di mali incurabili. Ciaaaaaaao soloansiosoedisperaaaatooo! Se li contende e spariglia con Marla Singer, la sua inconsapevole donna, alienata quanto e più di lui. Qualcuno molto insonne vede scorrersi le giornate veloci in fondo agli occhi, senza soste e senza senso, finchè incontra Tyler Durden… e booooooom! Tutto esplode, per prima la sua casa, poi le sue false certezze, la sua omologazione, la sua sindrome da membro del gregge consumista, la sua mente. La sua mente che sgorga fuori dalle ferite, quelle dei combattimenti del club clandestino, quelle del sistema da scardinare, quelle dell’amico da seppellire. Esplode la serratura dell’Io. La prima regola del Fight Club è…

TOP