Laura Sales

Articoli di Laura Sales

Gabriele Linari

E con i saggi è iniziato il mio percorso da regista…e camminare, camminare, camminare, perché è davvero brutto vedere sul palco un Amleto che non sa camminare, un Otello rigido, una Giulietta con la schiena bloccata…Il motto che mi spendo sempre all'inizio di un laboratorio è: il teatro è una sinfonia di persone che entrano in una stanza…Da come entri in una stanza si capisce chi sei e che problemi hai…

Martedì, 07 Febbraio 2012 16:06

L’amore in guerra - Teatro allo Scalo (Roma)

L'Amore in Guerra

“L’amore in guerra”, uno spettacolo di teatro civile in due quadri; la storia di due donne ai tempi della seconda guerra mondiale, due donne vittime del sistema, dell’uomo e del suo potere, dell’uomo e della società nel proprio delirio di onnipotenza, nel volersi sostituire ad un Dio in nome di una filosofia, di una fede che ha alla sua base la ricerca della perfezione secondo il proprio criterio.

Venerdì, 03 Febbraio 2012 23:00

Gianluca Daffi - Così impari (Erickson, 2011)

Gianluca Daffi - Così impari (Erickson, 2011)Guida alla severità intelligente per genitori e insegnanti. Tema fondamentale di questo libro di Gianluca Daffi, psicologo e formatore, collaboratore dell’Università Cattolica di Milano e formatore per genitori e insegnanti  in diversi enti pubblici e privati, è la “competenza etica” in senso lato ed in particolare nel campo dell’educazione. Per competenza etica si intende la capacità di ogni persona di porsi domande sul proprio agire, sul sentire il proprio comportamento confrontandosi con un sistema esterno e riflettendo sulle conseguenze del proprio agire non solo su se stessi ma, anche sull’altro.

Maddalena Crippa

Dal 31 gennaio al 12 febbraio. Dopo le fortunate esperienze di “Sboom” e “A sud dell’alma”, Maddalena Crippa torna al teatro-canzone, con uno spettacolo che ha segnato molte generazioni, “E pensare che c’era il pensiero”, concepito dal genio di Giorgio Gaber e Sandro Luporini.

G. Stella, E. Savelli - Dislessia oggi (Erickson, 2011)Prospettive di diagnosi e intervento in Italia dopo la Legge 170. Il problema della dislessia in età evolutiva ha suscitato negli ultimi anni un grande interesse nel mondo della scuola, del sociale, del lavoro e della famiglie. Il piccolo volume di Giacomo Stella e Enrico Savelli fornisce l’occasione per coloro che hanno interesse per questa tematica di fare il punto della situazione italiana alla luce della Legge 170/2010.

La Gabbianella e il Gatto

La Fabbrica dell’Attore, la compagnia giovane del Teatro Vascello, a cui è affidata la programmazione della stagione per bambini e ragazzi, mette in scena dal 14 gennaio al 19 febbraio “La gabbianella e il gatto”, la dolcissima e bellissima fiaba di Luis Sepùlveda.

Virginia Woolf e Mrs Dalloway

Dal 12 gennaio al 5 febbraio. Inverno 1925, casa Woolf, Virginia è in preda ad una delle sue crisi depressive sempre più ricorrenti e le due domestiche, tra una faccenda e l’altra, si impadroniscono del salone, chiacchierando delle proprie vite, dei propri problemi sentimentali e delle delusioni quotidiane.

L'armadio di famiglia

Dal 24 al 29 gennaio. Firenze, autunno del ’43. Quartiere San Frediano. Una donna, un’energica levatrice, Clara, sola con i suoi due figli, Valeria e Mario, paralizzato ad una gamba in seguito ad una poliomelite, diventa senza volerlo l’inaspettata protagonista della lotta contro le discriminazioni razziali.

Gabriele Linari

“Lettera al padre” di Franz Kafka, nell’adattamento teatrale di Gabriele Linari, torna in scena a Roma, al Circolo degli Artisti. Un’opera che ha una storia lunga e complessa: va in scena dal 2004 ed ha entusiasmato centinaia di spettatori. Un testo letterario bellissimo e intenso che nella versione teatrale trova una sua specifica natura ed un taglio che, sebbene fosse già insito allo stato embrionale nel racconto epistolare, sulla scena esplode in tutta la potenza del dolore, dell’inadeguatezza, dell’impotenza, del vivere sempre all’ombra e non riuscire ad essere se stessi, quello che si sente.

A Pezzi

“Praticare l'inutile, slegando l'arte da una serie di funzioni di cui era investita in modo eterodiretto: comunicare in primis, trasmettere un messaggio, farsi comprendere, servire. I suoni, così come le immagini, così come i corpi, non risultano più impiegati alle dipendenze di un'idea”. Abbiamo incontrato Salvatore Insana, autore dell’affascinante progetto di videoproiezione e performance dal vivo “A Pezzi”.

TOP