Laura Sales

Articoli di Laura Sales

Giovedì, 20 Settembre 2012 16:35

Senza Radici - Teatro Olimpico (Roma)

Ashai Lombardo Arop

“Senza Radici”, lo spettacolo dell’autrice, coreografa ed interprete italo-sudanese Ashai Lombardo Arop, apre la stagione 2012/2013 del teatro Olimpico di Roma. Uno spettacolo-concerto con numerosi, eterogenei e bravissimi artisti. Un mèlange ben riuscito di generi: musica d'autore e musica tradizionale, danza, momenti teatrali e video proiezioni. L’uso di più linguaggi artistici come metafora forse della condizione di un meticcio culturale; di un essere molteplice che ha le sue radici non in un unico tempo e spazio, ma nel tempo e nello spazio circolare dell’uomo, dell’umanità, della storia; del continuo ripetersi della condizione dell’esistenza seppur sotto una maschera differente.

Notte della Cabbalà

La conferenza stampa di presentazione del Festival internazionale di letteratura e cultura ebraica e della notte della Cabbalà, svoltasi questa mattina nella Sala degli Arazzi al Campidoglio, era gremita di giornalisti. Una massiccia partecipazione della stampa che conferma il grande entusiasmo cittadino manifestato in occasione dell’edizione passata del Festival e l’importanza che questo evento ha assunto per la città di Roma.

Giulio Cesare

Una prova aperta dal “Giulio Cesare” di William Shakespeare: l’adattamento e la regia sono di Fabio Cavalli; gli attori, i detenuti della Sezione G12 Alta Sicurezza della Casa Circondariale Rebibbia N.C.– Roma protagonisti di “Cesare deve morire”. Dopo il successo del film di Paolo e Vittorio Taviani - una docufiction che segue i laboratori teatrali realizzati all’interno del Carcere di Rebibbia dallo stesso regista Cavalli, autore di versioni di classici shakespeariani interpretate dai detenuti - in scena lo spettacolo da cui tutto ha avuto inizio, proprio nel Teatro di Rebibbia.

Giovedì, 14 Giugno 2012 22:16

Jakob von Gunten - Teatro India (Roma)

Jakob von Gunten

Dal 12 al 17 giugno. Un giovane di buona famiglia, Jakob (Andrea Bosca) lascia la casa paterna per iscriversi all’Istituto Benjamenta. Una scuola per servitori dove apparentemente non si fa nulla, non si impara nulla; tutto è dominato dall’austerità, dalla presenza del direttore, il signor Benjamenta, e di sua sorella, Lisa; da brani di un misterioso manuale di educazione recitati da Kraus, allievo modello, come un mantra e dal fare continue, rituali pulizie.

Il tempo di una sigaretta

Tre attori, cinque musicisti e una coppia di ballerini di tango si suddividono lo spazio-tempo di un lavoro teatrale firmato da Massimiliano Zeuli, regista e attore. Un triangolo amoroso vissuto tra scrittura e realtà, pensiero e vita. Uno scrittore innamorato di una donna, lasciato per un uomo molto più grande di lei. Una storia che diviene anche il soggetto del romanzo dello scrittore.

Martedì, 29 Maggio 2012 15:44

Due Partite - Teatro Trastevere (Roma)

Due Partite

Due generazioni a confronto: otto donne, quattro madri e quattro figlie; uno stesso luogo: la cucina; a distanza temporale di trent’ anni discutono attorno ad un tavolo della loro condizione di donne. Donne eternamente insoddisfatte nel proprio ruolo sociale. Le prime insofferenti e rassegnate, con un forte senso del dovere, della gioia dell’attesa di una conflittuale maternità; ognuna chiusa nel proprio universo, un universo che quasi la soffoca in un ruolo che non le appartiene totalmente; la moglie tradita dedita ai suoi figli, l’artista ormai solo madre, l’amante, la donna in attesa con tanta fiducia in questa nuova vita. Le seconde si ritrovano anche loro nella stessa cucina, in occasione del suicidio della mamma di Giulia; un’occasione in cui prive di schemi, di sovrastrutture si confrontano sulla propria condizione di vita e sulla propria infelicità. I temi sono gli stessi delle loro madri, tutto in apparenza diverso ma in profondità simile.

Le mille e una notte

Il piccolo teatro/salotto ha ospitato fino al 27 maggio lo spettacolo “Le mille e una notte: i Sapori dell’Eros”. Una favola dal sapore e dall’odore orientale, parole di amore e morte, dolcezza e amarezza, sensualità e malizia.

Sabato, 26 Maggio 2012 14:33

Dove Sei - Teatro Agorà (Roma)

Dove Sei

La sala A del Teatro Agorà, nel cuore di Trastevere, ospita dal 22 al 27 maggio, lo spettacolo “Dove sei” di Giancarlo Moretti, con Maria Bighinati, Marcello Mancusi, Piero Nicosia e Chiara Ricci. Un salotto coperto da lenzuola bianche è il luogo di incontro-scontro dei quattro protagonisti - un vecchio, un giovane, una ragazza e la moglie del vecchio -, di passato e presente, sogno e realtà, ricordo e racconto. Quattro storie, quattro vite una completamente differente dall’altra si intrecciano nelle quattro pareti della stanza; in comune la ricerca di qualcosa che possa dare un senso all’esistenza, che possa cambiare il presente, che possa fornire il punto di svolta.

Milonga Merini

Dal 15 al 27 maggio. Un palco nero, un locale intimo e ricercato con luci pendenti dal soffitto, un’altalena, un elegante pianoforte, delle sedie ed una poltrona rossa; questa l’accogliente e sognante ambientazione per un’ora di milonga e parole.

Alberto Pellai e Barbara Tamborini - Perché non ci sei più (Erickson, 2011)Accompagnare i bambini nell’esperienza del lutto. Perché non ci sei più? Una domanda che prima o poi arriva sempre; una domanda che ognuno di noi ha formulato almeno una volta nella vita, o gli è stata posta. Una domanda dolorosa, a cui non si sa mai veramente rispondere. Una domanda che ci fa paura e ci fa veramente male quando a porla è un bambino; un bambino con i suoi occhi increduli; bagnati di pianto o freddi e spaesati; un bambino solo davanti al mistero dell’universo; quello della morte; della scomparsa di qualcuno di caro. Questo bellissimo libro accompagnato dall’episodio La sposa del Grifo (Televisione di Rai Tre) nasce con l’intento di aiutare i genitori, gli insegnanti e gli educatori a sostenere ed accompagnare questa esperienza dolorosa e centrale nella vita di ognuno.

TOP