Sono state le confidenze di una prostituta ad inaugurare la 31ª edizione del Todi Festival e la grande attesa per “Griselidis, memorie di una prostituta” si è concretizzata con un sold-out e molti applausi. Dal monologo tratto dalle memorie della vera Grisélidis Réal e diretto da Juan Diego Puerta Lopez, viene fuori un inedito e crudo quadro psicologico di clienti e prostitute, tra miserie e nobiltà. Serra Yilmaz dà corpo ad una protagonista spregiudicata e compassionevole, tenera nel raccontare anche le più sordide perversioni, mentre il poetico contraltare musicale è affidato al sax solista di Stefano Cocco Cantini.

Presentata la nuova stagione con grandi protagonisti, un’offerta ampia, una contaminazione di generi tra proposte innovative e grandi classici. Un mix vincente di teatro, musica, e danza creato dallo spirito visionario del direttore artistico Massimo Romeo Piparo.

Si è svolto sabato 30 agosto nell'incantevole cornice della terrazza dell'Hotel Excelsior di Venezia, il Premio Internazionale organizzato dal brand Trap Art, che quest'anno ha omaggiato un'icona del nostro cinema come Anna Magnani. Il premio, che è stato assegnato ad attori e artisti che si sono distinti nel panorama cinematografico e televisivo italiano, ogni anno individua un'icona del cinema a cui rendere omaggio. Per la miglior regia teatrale è stato assegnato il premio al regista Juan Diego Puerta Lopez.

Sabato, 30 Novembre 2013 11:41

End of the Rainbow - Teatro Eliseo (Roma)

Dal 26 novembre al 15 dicembre. In scena al Teatro Eliseo di Roma “End of the rainbow”, lo spettacolo reduce da un clamoroso successo internazionale che oggi sbarca in Italia nell’intensa interpretazione di Monica Guerritore nei panni dell’indimenticata diva degli anni ’60 Judy Garland.

Monica Guerritore rende omaggio a Judy Garland. L’attrice darà voce, anima e corpo alla star di Hollywood nel musical biografico END OF THE RAINBOW, grande successo internazionale di Peter Quilter, che arriva in Italia dopo il clamoroso riscontro di critica e pubblico avuto a Broadway. Dopo le anteprime che hanno fatto registrare il tutto esaurito al Teatro La Pergola di Firenze durante la scorsa stagione, lo spettacolo sarà in cartellone al Teatro Eliseo di Roma dal 26 novembre al 15 dicembre e per l’occasione arriverà da New York anche l’autore Peter Quilter.

DomesticaDopo i grandi successi come “La notte poco prima della foresta” con Claudio Santamaria e musiche originali di Giuliano Sangiorgi, “Occidente solitario” con Claudio Santamaria e Filippo Nigro, “End of the Rainbow” con Monica Guerritore e “City Park” di Luca De Bei presentato al Festival Castel dei Mondi di Andria lo scorso agosto, il regista e coreografo colombiano Juan Diego Puerta Lopez, con la sua Compagnia Teatrale Progetto JDPL, presenterà, “DOMESTICA”, già record di incassi a luglio nell'anteprima nazionale per I Solisti del Teatro presso i Giardini della Filarmonica, che ora verrà presentato nella sua versione integrale e definitiva al Teatro Lo Spazio di Roma dal 5 al 17 novembre.

DomesticaDebutta nella suggestiva cornice dei Giardini della Filarmonica, il primo progetto teatrale della compagnia JDPL: il regista colombiano Juan Diego Puerta Lopez dirige un manipolo di ventidue giovani interpreti, straripanti entusiasmo e talento, lungo un sentiero alla scoperta di frammenti esistenziali e sofferte tragedie del quotidiano che prendono corpo e si alimentano nell'alveo più intimo della famiglia, la cucina, tra la tavola riccamente imbandita e il ragù che sobbolle vivace nella pentola in vista del sontuoso pranzo domenicale. Il tutto declinato in chiave saporitamente ironica e grottesca, con un linguaggio drammaturgico moderno e trascinante capace di imbastire una galleria di singolari ritratti umani in una vorticosa giostra contrappuntata da musica e passaggi coreografici.

Dal 29 gennaio al 10 febbraio. Claudio Santamaria e Filippo Nigro portano in scena il testo di McDonagh, autore e regista del noto film In Bruges – La coscienza dell’assassino e del recente 7 psicopatici. Occidente solitario è una commedia nera tessuta di stravaganza, cinismo e ironia che fa divertire e al tempo stesso getta un’inquietante luce sulla realtà contemporanea. Due fratelli vivono di litigi e piccole vendette, mentre un prete alcolizzato e una giovane contrabbandiera di whisky vanno e vengono dalla loro casa.

Juan Diego Puerta Lopez

A Roma immigra la creatività, nel segno dei giovani, con un progetto di laboratorio permanente per la formazione di figure professionali dello spettacolo. Ad ottobre il via ai cinque mesi di training per debuttare nei festival estivi del 2013. Il progetto nasce dal regista colombiano Juan Diego Puerta Lopez, prefiggendosi l'obiettivo di un lavoro collettivo e partecipato.

TOP