Federica Fabrizio per Charming Bijoux

Scritto da  Simone Vairo Venerdì, 15 Gennaio 2010 

Abbiamo fatto qualche domanda a Federica Fabrizio, creatrice di Charming Bijoux, un mix di passione e creatività. Ogni pezzo creato è unico, non troverete mai un gioiello uguale al vostro, perché Federica crea senza schemi, le piace vedere nella sua mente il risultato prima di crearlo… è questo il suo segreto!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da cosa nasce la passione e l'amore per la tua arte e per le sue componenti fondamentali?

 

Ho sempre avuto una vena artistica, l'amore per l'arte in genere. La passione per i gioielli è nata tre anni fa, quando una mia amica mi regalò un braccialetto fatto da lei e guardandolo attentamente, mi vennero talmente tante idee che decisi di acquistare tutto l'occorrente per mettermi alla prova. Cominciai con cose molto semplici, ma mi rendevo conto di quanta passione mettevo nel creare un orecchino, un bracciale, una collana, un anello o un portachiave e di quanto tutto ciò riscuotesse successo negli altri. Con il passare del tempo diventò un vero e proprio hobby-lavoro fino a decidere di dare un nome alle mie creazioni e così nacque Charming Bijoux. Mi piace girare per fornitori, mercatini vintage, passare le ore immersa nelle pietre cercando quelle più belle, più particolari e quando le guardo già so cosa realizzerò.

 

Come nasce l'idea di un gioiello? Cosa t'ispira maggiormente?

 

Premetto che quando creo un bijoux mi rilasso tantissimo, sono concentrata e non penso ad altro… è come se mi immergessi completamente in un altro mondo. Io non progetto nulla, non disegno ciò che andrò a fare, ma creo sul momento. L'ispirazione mi viene mentre infilo una perla, una pietra e piano piano comincio ad immaginare, a viaggiare con la fantasia, fino a vedere nella mia mente, l'oggetto realizzato. Ad oggi devo dire che questa tecnica ha sempre funzionato bene!

 

Ho ben visto come, nell'ambito degli oggetti più vari, accosti vari elementi della natura rappresentati o da oggetti materiali o da colori che rimandano alle forme più astratte: si tratta di un accostamento casuale oppure c'è una logica dietro a questo?

 

Nulla di casuale, ma semplicemente gusto personale… Cerco sempre di accostare diversi materiali, ma sempre creando un oggetto che possa colpire, che sia diverso da tanti altri e che possa trasmettere l'amore che c'è dietro ogni singola creazione. Ovviamente cerco di immedesimarmi anche negli altri, faccio continue ricerche e spazio tra modelli estrosi, semplici e preziosi. Io lavoro molto anche su ordinazione, quindi dipende anche il cliente che gusti ha e cosa richiede.

 

Quali sono i corsi frequentati per diventare la persona abile che sei ora nell'ambito della creazione?

 

Ho frequentato un corso di aggiornamento a Milano da AnnaLaura Monzi e devo dire che sono contenta di averlo fatto perché la fantasia e la creatività sono dentro di noi, nessuno potrà mai insegnartela, ma le tecniche e lo studio dei materiali sono fondamentali e in questo modo ho potuto migliorare il mio lavoro e dargli ancora più valore.

 

Con chi ti piacerebbe lavorare?

 

Al momento collaboro con alcuni punti vendita che espongono le mie creazioni, ma sogno di poter lavorare all'interno di importanti case di moda perché sono sicura che mi farebbero crescere molto a livello artistico e professionale.

 

In origine pensavi di avere una fascia d'età così ampia tra i tuoi clienti o volevi fare una cosa mirata ad un certo gruppo di persone?

 

Fin dall'inizio ho avuto clienti più vari, ragazze di vent'anni, mamme, donne in carriera. E' stata una cosa che mi ha sempre fatto molto piacere, ma dietro ad ogni singola creazione c'è anche tanto lavoro, quindi attiro automaticamente persone mirate, intenditori e amanti del gusto e dell'originalità.

 

ono sempre stata una persona indipendente, autonoma e la mia più grande soddisfazione sarebbe arrivare in alto con le mie forzeAnche la scelta dei colori è immagazzinata nella tua testa a livello d'immaginazione per poi prendere forma nella pratica? Se sì a cosa li accosteresti a livello d'immaginazione?

 

I colori fanno tutto…Scelgo il colore prima di iniziare, metto davanti a me tutte le pietre che richiamano quelle sfumature e viaggio di immaginazione, senza mai perdere di vista l'accostamento dei materiali.

 

Progetti per il futuro?

 

Collaborare con personaggi dello spettacolo, che indossino i miei gioielli e che mi permettano di rendere Charming Bijoux un brand di alto livello e conosciuto a livello nazionale. Un giorno spero ovviamente di poter aprire un mio negozio personale perché penso che nella vita non ci sia cosa più bella di fare un lavoro che ci rende felici e liberi. Sono sempre stata una persona indipendente, autonoma e la mia più grande soddisfazione sarebbe arrivare in alto con le mie forze.

 

Vuoi aggiungere qualcosa?

 

Ci tengo a dire che ogni modello della mia linea è unico, non ci sono bijoux uguali tra loro ed è questo che li rende preziosi… sono unici.

 

 

 

 

 

 

 

 

Intervista di: Simone Vairo

 

Grazie a: Federica Fabrizio, Carlo Valli

 

Sul web: www.myspace.com/charmingbijoux

ustify">Sul web: www.solobuio.com

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP