“David Bowie e Lou Reed sono i più importanti per me e i più creativi in assoluto”. Parola di Enrico Ruggeri, che al Festival di Sanremo è un po’ come a casa. Mistero, verrebbe da dire, ma neanche tanto. L’ex Decibel è uno dei cantautori più sofisticati della musica italiana e lo dimostra anche quest’anno, sul palco dell’Ariston, con la canzone che porta in gara: "Il primo amore non si scorda mai". Lo abbiamo incontrato a poche ore dalla serata dedicata alle cover.

Si sono fatti conoscere nella terra dei fiori con "La terra dei cachi" e ora, dopo tanti anni, ritornano con un brano - manifesto: "Vincere l’odio". Si tratta di Elio e non tutte le Storie tese. Non tutte perché alla formazione di Sanremo 2016 manca Rocco Tanica. “Ha preferito fare l’inviato per Conti dalla sala stampa” - scherza Elio, anche se Rocco, per questo Festival di Sanremo, l’inviato lo fa davvero. A poche ore dalla loro esibizione sul palco dell’Ariston, abbiamo chiesto a Elio e compagni qualche anticipazione e qualche curiosità sulla loro partecipazione alla kermesse canora.

La bambola (non a caso) più corteggiata della musica italiana è Patty Pravo, artista in gara al Festival di Sanremo. Nella città dei fiori è stata chiamata per partecipare come ospite e festeggiare così cinquant'anni di carriera ma lei, la voce biondo platino più elegante che ci sia, ha deciso di iscriversi alla gara. Ecco allora che Federico Zampaglione le regala "Cieli immensi", il brano della kermesse e, in "Eccomi", il suo nuovo album, il leader dei Tiromancino è in ottima compagnia. Tiziano Ferro, Zibba, Sangiorgi, Emis Killa, Fred De Palma e la leonessa del rock Gianna Nannini sono i nomi del resto della ciurma che hanno corteggiato, e quindi scritto per la nuova Patty.

E’ dalla fragilità e dalle paure che il coraggio trae alimento per non essere temerarietà ma voglia di combattere e creare. Scrivere è la vocazione del cantautore fiorentino, un amore viscerale con la città, e l’idea che la musica sia solo un altro modo di scrivere.

Martha Rossi, dopo essersi cimentata nella propria carriera con molti generi musicali diversi - dal rock dei Queen in "We Will Rock You", alle canzoni autoriali di Bennato per "Peter Pan" - affronta in "Cheek to Cheek" un repertorio elegante e senza tempo come appunto quello dei grandi classici dello swing. Al suo fianco sul palcoscenico del Blue Note di Milano, dopo due spettacoli di grande successo interpretati in Germania, Nicolas Tenerani ("Shrek", "Robin Hood", "Sister Act" e "Mamma Mia!") di ritorno in Italia per una serata dedicata alla musica e allo swing nel Tempio milanese del jazz. Questa “one night only” diventerà poi a breve una tournée che toccherà molte piazze approdando in diversi teatri ma con un cambio di crooner al fianco della leading lady: sarà infatti Cristian Ruiz, fresco del successo di Priscilla, a indossare lo smoking d’ordinanza e intonare le stupende melodie che compongono la colonna sonora dello spettacolo, strutturato come un jukebox musical con una sorta di love story che collega i diversi brani.

Un gruppo che fonda le proprie radici nella tradizione calabrese e nella musica popolare, facendo della contaminazione il proprio mood e la propria vocazione.

Abbiamo incontrato Trieste Marrelli, cantante del gruppo Sabatum Quartet, premiato alla quinta edizione del Calabbria teatro festival per i dieci anni di carriera e la capacità di far dialogare il legame con le tradizioni e l'apertura a influenze diverse.

TOP