Nella prima serata, l’interpretazione di Enrico Nigiotti, livornese, classe 1987, che a 12 anni si innamora della chitarra regalatagli dal padre estimatore di Eric Clapton, avrebbe meritato una canzone più rifinita.

Nek, nome d’arte di Filippo Neviani, nato a Sassuolo nel 1972, è in gara con Mi farò trovare pronto e si ispira alla poesia di Borges, una scelta impegnativa che arriva dopo un percorso di fede – sulla quale dice potrebbe parlare per ore - e la scoperta dell’amore totale con l’arrivo della figlia.

Rosalba Pippa, nata il 20 agosto 1982, in arte Arisa, sembra in grande forma come dichiara il titolo del brano con cui è in gara, Mi sento bene, che duetta nella serata di venerdì con Tony Hadley ex leader degli Spandau Ballet e porta sul palco dell’Ariston il corpo di ballo dei Kataklò.

Il volo, dieci anni insieme per rinnovarsi

Scritto da Mercoledì, 06 Febbraio 2019

Sanremo spartiacque per Il Volo: Gianluca Ginoble (Teramo), Ignazio Boschetto (bolognese) e Piero Barone (tenore agrigentino) compiono dieci di musica pop-opera italiana e sul palco dell’Ariston festeggiano, rinnovando il loro sodalizio – squadra che vince non si cambia sembrano dire - pronti a un nuovo progetto che li porterà in giro per il mondo per un paio d’anni. Non c’è voglia di stravolgimenti ma di confermare il Belcanto e non canto lirico, ci tengono a precisare, come scelta e che oggi probabilmente è un caso unico tra ragazzi giovani.

Un rap che attinge a studi classici e la scrittura al centro della musica di Briga. L’esordio sul palco non facile di questo ragazzo rap, pseudonimo di Mattia Bellegrandi – classe 1989 - con una storia di collaborazione cantautoriale consolidata in coppia con una stella della canzone italiana, in gara con Un po’ come la vita.La sua notorietà è giunta nel 2015 in seguito alla sua partecipazione alla quattordicesima edizione del talent show Amici di Maria De Filippi.

Immanuel Casto è pronto ad incendiare questo principio d’autunno con “L’Età del Consenso”, la raccolta dei suoi successi impreziosita dai due nuovi brani “Piromane” e “Goodbye Milano”, e con un tour di concerti che, a partire da novembre, lo riporterà nei principali club italiani a distanza di due anni dal precedente “The Pink Album”. Abbiamo incontrato il Casto Divo per indagare tra le pieghe di questi nuovi progetti e conoscere meglio questo istrionico, arguto ed eclettico artista.

TOP