Non capita molto spesso di restare interdetti davanti a una pagina scritta: il libro in mano, lo sguardo che corre fra le righe alla ricerca di un “normale” riferimento per finalizzare la lettura. Non vi affannate, non lo troverete. Introduzione al mondo non è un racconto tradizionale, la narrazione non segue un unico filo conduttore che, per quanto sottile, ci possa guidare attraverso il dedalo interpretativo delle pagine. I fili sono tanti e non tutti si dipanano o – per meglio dire – non di tutti siamo in grado di trovare il bandolo alla prima lettura. L'autore però ci avvisa a metà strada:

TOP