Il fotografo berlinese per la prima volta in Italia

Arriva per la prima volta a Milano il filosofo berlinese considerato uno dei più innovativi nella storia della fotografia del XX secolo anche se quasi sconosciuto fuori del suo paese e uno dei massimi rappresentanti del nudo del suo paese. Una vita da romanzo per questo artista e fotografo che non si sentì mai realmente né l’uno nell’altro. Inseriva l’arte nelle immagini fotografica e pensava in chiave fotografica l’arte. Di lui si potrebbe dire che risponde all’idea che la fotografia è una scrittura con la luce, certamente la protagonista delle sue opere. Lo spazio milanese conferma la sua vocazione di ricerca raffinata in questo ambito.

TOP