Infiniti applausi per Giulio Scarpati al Cortile delle Fucilazioni di Castel Sant’Angelo con il concerto/racconto “Memorie di Adriano. Scarpati legge Yourcenar”. L’attore romano ha dato “voce” all’imperatore Adriano e alle sue memorie in un racconto malinconico sotto forma di lettera autobiografica indirizzata al giovane Marco Aurelio.

Il Teatro di Roma propone un ciclo di appuntamenti dedicati alla drammaturgia contemporanea. Quattro incontri a cura di Piero Maccarinelli per quattro testi presentati in forma di letture sceniche al Teatro Argentina il 12 e 26 gennaio, il 9 e 23 febbraio: L’esposizione universale scritta da Luigi Squarzina, L’onda di Maometto di Alberto La Volpe, Il drago di carta di Sergio Pierattini e Disperata felicità di Melania Mazzucco e Luigi Guarnieri. Quattro scritture del presente per riflettere sulla cultura, la politica, la memoria, la realtà del nostro tempo.

Venerdì, 17 Ottobre 2014 21:09

La stagione dell’Eliseo è salva

Il Teatro Eliseo vuole andare avanti…La direzione ha deciso di incaricare Giancarlo Sepe, Maestro del teatro italiano legato da una lunga storia di rapporti di collaborazione con l’Eliseo, per una consulenza artistica che porterà alla composizione di un programma triennale (2015-2017) come richiesto dai nuovi decreti Ministeriali. Questo, nonostante le difficoltà e le intemperie che si stanno abbattendo sul teatro. Ricco dunque il programma dei prossimi tre anni. Da proposte teatrali di rilievo a concerti e rassegne cinematografiche. Presenti in sala per manifestare il loro supporto all’impresa anche Giuliana Lojodice, Remo Girone, Giulio Scarpati e il direttore del Festival di Spoleto, Giorgio Ferrara.

Sarà in scena al Teatro Eliseo dal 18 al 30 marzo 2014 lo spettacolo Oscura Immensità tratto dal romanzo “L’oscura immensità della morte” di Massimo Carlotto. Protagonisti: Giulio Scarpati (Silvano Contin) e Claudio Casadio (Raffaello Beggiato). Regia di Alessandro Gassmann.

giulio scarpati

Al Piccolo Eliseo di Roma in scena fino al 2 Maggio 2010 “Troppo Buono” uno spettacolo di Marco Presta e Nora Venturini, uno one man show interpretato magistralmente da Giulio Scarpati.

TOP