TEATRO. LE FORME DELLA VERITÀ è il principio creativo, sociale, pluralistico su cui si fonda la Stagione 2018/2019 del Teatro di Roma - Teatro Nazionale, espressione delle molteplici identità dell’esistente e degli sconfinamenti del contemporaneo, temi cruciali della comunità civile raccontati sui palcoscenici del Teatro Argentina, Teatro India e Teatro Torlonia.

Sabato, 28 Ottobre 2017 14:15

Copenaghen - Teatro Argentina (Roma)

Dal 24 ottobre al 12 novembre. Al Teatro Argentina di Roma torna “Copenaghen”, portato in scena da un tris di grandi interpreti: Umberto Orsini, Massimo Popolizio e Giuliana Lojodice. Un thriller scientifico-politico a tre voci dell’inglese Michael Frayn, che da più di 18 anni rapisce gli spettatori: un vero tuffo nel passato per chiarire cosa avvenne nel lontano 1941, quando il fisico Heisenberg fece visita al suo maestro Bohr, alla vigilia del primo devastante uso della bomba atomica.

Martedì 3 marzo al Teatro India di Roma Giuliana Lojodice porta in scena VAPORE, regalando all’omonimo romanzo di Marco Lodoli, una figura femminile dall’anima memorabile che la regia di Oliviero Corbetta rende affascinante e complessa nel raccontare l’ossessione e la paura di dimenticare. Con Alessandro Lussiana l’attrice si staglia sullo sfondo dell’affresco di una famiglia non convenzionale, vaporosa e dura, che nasconde un drammatico segreto.

Il buon teatro di una volta, curato nelle scene e specialmente nella colonna sonora; costumi che non lesinano l’attenzione al particolare; valida interpretazione corale degli attori. Giuliana Lojodice si conferma una vera signora del teatro. E’ la recitazione dove protagonisti indiscussi sono la voce e la mimica più che gesti, grida e grandi prestazioni fisiche. Il testo, pur in alcuni aspetti datato, si gusta ampiamente, “ruminato” dagli attori: dialoghi ben scritti, temi attuali del rapporto complesso madri-figlie e del denaro come grande regolatore delle relazioni umane.

L'anno volge al termine e, come ormai da tradizione, la Redazione Teatro di SaltinAria vuole celebrare assieme ai suoi lettori gli spettacoli più emozionanti, gli attori più talentuosi, gli istanti più memorabili vissuti sui palcoscenici negli ultimi dodici mesi. Scopriamo assieme quali saranno secondo noi i più vividi ricordi teatrali di questo 2014...

Dopo aver debuttato in prima nazionale il 17 ottobre al Teatro Traiano di Civitavecchia, "La professione della signora Warren" approda all’Eliseo, inaugurandone la stagione di prosa. Repliche fino al 9 novembre.

Venerdì, 17 Ottobre 2014 21:09

La stagione dell’Eliseo è salva

Il Teatro Eliseo vuole andare avanti…La direzione ha deciso di incaricare Giancarlo Sepe, Maestro del teatro italiano legato da una lunga storia di rapporti di collaborazione con l’Eliseo, per una consulenza artistica che porterà alla composizione di un programma triennale (2015-2017) come richiesto dai nuovi decreti Ministeriali. Questo, nonostante le difficoltà e le intemperie che si stanno abbattendo sul teatro. Ricco dunque il programma dei prossimi tre anni. Da proposte teatrali di rilievo a concerti e rassegne cinematografiche. Presenti in sala per manifestare il loro supporto all’impresa anche Giuliana Lojodice, Remo Girone, Giulio Scarpati e il direttore del Festival di Spoleto, Giorgio Ferrara.

Finalmente restituito alla cittadinanza romana, il Teatro India, luogo di accoglienza e di irradiazione di un sistema dedicato alla creazione contemporanea, propone una ricchissima stagione 2014/2015. Scopriamone tutti i dettagli...

Anche la nuova stagione del Teatro Eliseo di Roma è stata annunciata. Tra intramontabili classici e nuove drammaturgie, per il 2014/2015 ci aspettano, tra sala grande e Piccolo Eliseo, 27 spettacoli di cui ben 14 prime assolute, con una programmazione all'insegna della leggerezza intelligente, di opere dal respiro internazionale e di nomi storici del teatro. Continua e si arricchisce anche la collaborazione con Romaeuropa Festival i cui spettacoli da quest'anno saranno a disposizione degli abbonati. Tante anche le altre iniziative collaterali, dai concerti di musica sinfonica per Eliseo Classica alla ricca programmazione di Eliseo Scuola, alla partnership con l'Accademia Silvio D'Amico: tante iniziative per affrontare e superare il grave momento di crisi del teatro.

A volte, perché uno spettacolo teatrale emozioni e riesca, non sono necessari scenografie sontuose, effetti scenici dirompenti o adattamenti forzatamente originali. A volte, quando c'è il talento, bastano solo un bel testo e un interprete di valore per dare vita alla Magia del vero Teatro. È ciò che si è creato mercoledì, nella sala A di RaiRadio3, quando, nella serata a lei dedicata all'interno dell'interessante rassegna “Tutto esaurito!”, Giuliana Lojodice ha letto e interpretato “Jezabel”, una creazione originale per il teatro di Radio 3, riadattata dall'omonimo romanzo di Irène Némirovsky. Con intensità e grande esperienza, l'attrice ha dato voce a un personaggio femminile “cattivo”, complesso e affascinante. Questo moderno adattamento è stato il settimo appuntamento dal vivo all'interno della rassegna di Radio3 che per l'intero mese di novembre regala agli ascoltatori, ogni sera, il grande teatro passato e contemporaneo, attraverso spettacoli tratti dal ricco archivio Rai, chicche storiche, adattamenti originali e radiodrammi per l'infanzia.

TOP