Sabato, 17 Novembre 2018 21:39

Sei - Teatro Franco Parenti (Milano)

Dal 13 al 18 novembre. Sul palco del Teatro Franco Parenti, a Milano, va in scena “Sei”, un adattamento di Spiro Scimone dei “Sei personaggi in cerca d’autore” di Luigi Pirandello. La riscrittura alleggerisce il testo, che conserva però la sua poetica drammaticità, lo traspone nella contemporaneità e gli imprime la matrice siciliana propria della messinese Compagnia Scimone Sframeli, fondata nel 1994 da Francesco Sframeli e Spiro Scimone.

Sabato, 15 Ottobre 2016 13:37

Amore - Teatro India (Roma)

Da Messina con “Amore”: l'ottavo testo della ventennale compagnia Scimone Sframeli approda al Teatro India di Roma (dall’11 al 16 ottobre) ed è, a tutti gli effetti, un atto d'amore che non può non essere ricambiato.

Domenica, 08 Maggio 2016 19:21

Amore - Teatro Elfo Puccini (Milano)

“Amore” è l'ottava commedia di Spiro Scimone, la quarta con la regia di Francesco Sframeli (dopo “La Busta”, “Pali” e “Giù”) messa in scena dalla compagnia Scimone Sframeli. In scena due coppie: il vecchietto e la vecchietta, il comandante e il pompiere. Quattro figure che non hanno nome. Si muovono tra le tombe. La scena è, infatti, un cimitero. Il tempo è sospeso, forse, stanno vivendo l'ultimo giorno della loro vita. Dialoghi quotidiani e surreali, ritmi serrati che intercettano relazioni, attenzioni e richieste fisiche che celano necessità sul limite tra la verità e la tragedia del quotidiano. Spiro Scimone prosegue il suo percorso drammaturgico ai bordi dell'umanità, all'interno di non luoghi, dove i personaggi non hanno nome e sono “tutti vecchietti”. L'Amore è una condizione estrema e, forse, eterna.

Dal 7 al 26 aprile. Emilio Solfrizzi è il trascinante protagonista di “Sarto per signora” di Georges Feydeau, un classico del teatro comico francese ora in scena alla Sala Umberto di Roma. Siamo in pieno stile vaudeville con macchiettistici personaggi che si infilano nelle situazioni più improbabili in un susseguirsi di bugie, tradimenti, ribaltamenti di fronte e scambi d’identità e con un ritmo sempre più serrato. Lo spettacolo, ben rappresentato e senz’altra pretesa se non quella di divertire il pubblico, si regge su un congegno drammaturgico dai perfetti tempi comici e sulla simpatia dell’attore protagonista.

TOP