Domenica, 16 Ottobre 2016 16:35

Siamo tutte delle gran bugiarde

Paolo Poli conversazione con Giovanni Pannacci

Una conversazione durante la quale l’intervistatore diventa spettatore di una rappresentazione che svela come per Paolo Poli il teatro non è finzione ma vita, un modo di vivere: il suo; una chiacchierata spigliata, senza veli né guanti, nella quale si parla più di amori che di teatro e alla fine della quale si ha il ritratto di un uomo, che è il “professorino” della prima stagione, un rivoluzionario del teatro senza teorie, un archeologo della canzone, canzonetta e canzonaccia soprattutto fiorentina, un grande artigiano del palcoscenico, un raffinato lettore e un fine e graffiante osservatore della società, perbenista, clericale, quotidiana e semplicemente della vita della quale è sempre stato innamorato, non esente da momenti di malinconia.

TOP