Moni Ovadia, Elio Germano, Emma Dante, Carmine Maringola, Andrea Argentieri, Alessandro Serra, Matthias Martelli, Stefano Romagnoli, Omar Rashid, sono solo alcuni dei protagonisti di Narni Città Teatro, prima edizione della manifestazione presentata in Umbria da LVF - Lunga Vita Festival di Ilaria Ceci e Davide Sacco e dal Comune di Narni che, da venerdì 2 a domenica 4 ottobre 2020, riempirà i vicoli e gli spazi più rappresentativi del centro storico narnese con oltre venti eventi in tre giorni, che porteranno nella cittadina umbra un'invasione di teatro e bellezza.

Per tutte le rockstar arriva il momento di pubblicare un greatest hits, un best of: insomma, per parlare come si mangia, una raccolta di successi. E anche Giorgio Montanini, che è indubbiamente la rockstar della stand up comedy italiana, non fa eccezione a questa regola.

"Me ne sono andato tra l'amore, le risate e la verità. E dovunque abitino verità, amore e risate, io sono lì con lo spirito". Questa è l'epigrafe che scrisse per se stesso Bill Hicks, il più grande comico satirico della seconda metà del secolo scorso, quando, nel febbraio 1994, perse la vita per un maledetto cancro. E venerdì 18 maggio, nella piccola ma accogliente sala teatrale dell'Altro Spazio di Roma, possiamo giurare che lo spirito di Bill Hicks aleggiasse davvero: perché di amore, verità e risate, su quel palco, ce n'erano da vendere.

Mercoledì, 17 Gennaio 2018 10:57

Eloquio di un perdente - Teatro Brancaccio (Roma)

Le sue capacità tecniche di autore satirico le ha riconosciute perfino la televisione: chiamandolo, fra l'altro, a intervenire in trasmissioni popolari come Le Iene e Ballarò. È sui contenuti, semmai, che Rai prima e Mediaset poi hanno avuto qualcosa da ridire. Risultato: Giorgio Montanini è stato cacciato dopo rispettivamente tre e due sole puntate. Ed è tornato a riempire i teatri, che sono e restano il palco ideale dal quale dar vita ai suoi irresistibili monologhi.

Lunedì, 05 Dicembre 2016 17:40

Per quello che vale - Teatro Brancaccio (Roma)

Con il suo sesto spettacolo, "Per quello che vale", Giorgio Montanini si dimostra pronto per uscire dalla ristretta cerchia da iniziati degli autori satirici italiani e per candidarsi direttamente al ruolo di maestro. Già, perché l'ultima opera del quarantenne comico marchigiano, noto al grande pubblico per le trasmissioni Rai "Nemo - nessuno escluso" e "Nemico pubblico", è qualcosa di più di un semplice monologo. È una vera e propria lezione di satira.

TOP