Un teatro aperto a tutti, un’agorà civile e culturale che sia fulcro di democrazia partecipata, di pensieri, utopie, emozioni. È questo il senso racchiuso nella composizione della stagione che Antonio Calbi, al suo quarto anno di direzione del Teatro di Roma, presenta in una sala gremitissima del Teatro India.

epistola ai giovani attori

Dal 28 Aprile al 3 Maggio. Una supplica per l’insurrezione della parola, un’oratoria ribelle, un grido alle nuove generazioni che hanno abbandonato l’uso del linguaggio. Filippo Dini ,con la regia di Barberio Corsetti, vuole riflettere il dramma scritto che è l’essenza della crescita morale di un popolo.

TOP