Dodici mesi di teatro italiano, di creatività incoercibile e indomito coraggio nel portarla avanti nonostante le difficoltà sempre in agguato. Dodici mesi che abbiamo seguito con passione giorno dopo giorno e che, come ormai tradizione sulle nostre pagine, ci piace celebrare prima che l’anno si avvii alla conclusione con un ricordo dei suoi istanti più preziosi. Ecco a voi i migliori spettacoli teatrali del 2018 secondo SaltinAria.

Dopo il successo della serie RAI “La Porta Rossa”, Gabriella Pession e Lino Guanciale sono i protagonisti della nuova produzione del Teatro Franco Parenti, prima messinscena in Italia di “After Miss Julie” di Patrick Marber, sceneggiatore già candidato all’Oscar 2005 per “Closer”.

Un Paolo Rossi uno e trino prende spunto da L'improvvisazione di Versailles di Molière per parlare di ciò che gli sta più a cuore: il teatro e la politica in senso lato.

Mercoledì, 25 Gennaio 2017 20:30

Performance - Teatro Brancaccio (Roma)

Sold out per Virginia Raffaele impegnata in «Performance» al Teatro Brancaccio di Roma dal 17 al 29 gennaio. L’attrice romana propone sul palco di via Merulana i suoi cavalli di battaglia: da Belen alla Fracci, dalla Vanoni alla Bruzzone. Regia di Giampiero Solari.

Sarà in scena al Teatro Ambra Jovinelli dal 18 al 28 febbraio – dopo aver calcato il palcoscenico del Teatro Ariston in occasione del Festival di Sanremo, l’irresistibile Virginia Raffaele, protagonista assoluta del suo spettacolo "Performance", scritto dalla stessa protagonista insieme a Giampiero Solari, Piero Guerrera, Giovanni Todescan. La regia è di Giampiero Solari che nelle passate stagioni è stato applaudito ed apprezzato dal pubblico dell’Ambra Jovinelli per aver curato la regia di “Penso che un sogno così” con Giuseppe Fiorello.

In scena fino al 24 gennaio allo Strehler di Milano, "Molière: la recita di Versailles", personale rivisitazione di Paolo Rossi del testo L’improvvisazione di Versailles di Molière. Un testo che, attraverso l’intervento formale di Giampiero Solari e Stefano Massini permette al folletto anarchico del teatro italiano di portare in scena uno spettacolo perfetto per le sue corde: da sempre ci ha abituati a performance in cui non si distinguono i confini tra i generi, tra la recitazione studiata e l'improvvisazione, tra la fine della realtà e l'inizio della finzione. A rendere il tutto ancora più magico, divertente, nuovo e perfetto ogni sera, una squadra di attori e musicisti eccezionali al suo fianco, in primis la grande Lucia Vasini.

Martedì, 29 Dicembre 2015 18:53

Storie di Claudia - Teatro Quirino (Roma)

Grande attesa e molta curiosità per il ritorno in scena, dopo tredici anni, di Claudia Gerini. Lo spettacolo, che ha debuttato al Teatro Quirino nella serata del giorno di S. Stefano, non delude le aspettative. Scritto dalla stessa Gerini insieme a Giampiero Solari (che ne cura anche la regia), a Paola Galassi e a Michela Andreozzi, “Storie di Claudia” - che, nonostante il titolo, non è uno spettacolo strettamente autobiografico - è un racconto delicato, appassionato, un mix elegantemente composto tra ricordi, desideri, sogni e racconti di vita vera. Resterà in scena al Teatro Quirino di Roma fino al 17 gennaio.

"Come simbolo della nostra ventisettesima stagione abbiamo pensato ad un cerchio magico ellittico, un vortice, una spirale, uno spazio bianco da riempire, ma anche un occhio! Occhio come sguardo totale e periferico, sguardo al futuro e al passato. Uno sguardo sulla realtà che ci circonda, un occhio che vigila, attento indagatore, specchio dell'anima inteso come animus mundi. Occhio che si accende come un riflettore sul mondo, che svela bellezza e atrocità, fonte di lacrime e stupore e appagamento." Così il direttore artistico Manuela Kustermann ha presentato oggi la ricchissima stagione 2015/2016 del Teatro Vascello.

Il Piccolo Teatro di Milano, polo culturale fondamentale per la città meneghina e per l'Italia è, per vocazione ed identità, il padiglione “scenico” dell'Expo, con circa 300 spettacoli in 10 lingue diverse sino a fine ottobre 2015. Se l'alimentazione è il tema centrale dell'Expo, di alimentazione si può parlare anche per la cultura che infatti alimenta lo spirito, aprendolo a nuove conoscenze e favorendo così la coesione all'interno di una comunità basata sulla cultura delle differenze, valida risposta in questo momento di grande difficoltà economica e sociale.

È stata presentata, in anticipo rispetto a tutti gli altri teatri di Roma, la stagione 2015/2016 del Teatro Quirino Vittorio Gassman. Geppy Gleijeses, co-direttore artistico e presidente della società che gestisce il Teatro, accoglie i suoi ospiti - giornalisti, attori, registi, e addetti ai lavori presenti in sala -  vestito in abito completamente bianco, a voler far risaltare all’occhiello, in contrasto, una rosa vermiglia: il simbolo scelto per la stagione che sta per presentare.

Pagina 1 di 2
TOP