Martedì, 27 Maggio 2014 14:47

All'Idroscalo, un'estate al "Chiari" di luna

A breve inizia una delle più spumeggianti estati milanesi grazie a “Spettacoli ai Chiari di luna”, iniziativa d’arte, musica e cultura che si svolgerà all’Idroscalo di Milano dal 15 giugno al 31 luglio con ben 34 serate. E’ l’occasione per inaugurare ufficialmente il teatro, costruito un anno fa e mai utilizzato finora, dedicato al grande, indimenticabile Walter Chiari. L’Idroscalo si trova fuori Milano, appena qualche centinaio di metri, forse un paio di chilometri, non so. Quanto basta per mettere in campo la Provincia di Milano a occuparsi di quanto accade in quello spazio verde dotato del più grande lago artificiale della città, noto per le gare di canoa e altri sport. Un incontro con la stampa è servito a chiarire l’intero progetto.

Caparbio. È l'aggettivo che più di tutti riassume la personalità, sfaccettata, di Gennaro D'Avanzo. Chi lo conosce lo sa: ha una grande energia, un temperamento forte che gli consente di ritrovare l'entusiasmo anche dopo aver vissuto, sulla propria pelle, le situazioni più spiacevoli. E sì che la vita lo ha posto di fronte a una sfida bella tosta, di quelle che ammazzerebbero pure un toro: dover rinunciare, contro la sua volontà, alla gestione del Teatro San Babila; dire addio alla sua creatura, a un'esperienza lunga oltre trent’anni che gli ha dato enormi soddisfazioni. Come riemergere da una delusione così cocente? Con la caparbietà, appunto. Ha preso armi e bagagli e, dopo un po' di porte sbattute in faccia, finalmente l'opportunità di proporre la stagione 2013-14 al Politeatro di viale Lucania.

Se non fosse una questione maledettamente seria, verrebbe da evocare la saga di Don Camillo e Peppone. Purtroppo la storia stavolta non è ambientata nel piccolo mondo antico di Brescello, in cui si discuteva animatamente ma con molta lealtà. Qui si parla del destino di un teatro storico di Milano, il San Babila, e c’è qualcuno che sta giocando sulla sua pelle e su quella delle famiglie dei suoi dipendenti. Ne abbiamo parlato con il Direttore del Teatro Gennaro D'Avanzo.

TOP