Scimmie Nude è una compagnia milanese con vocazione all’internazionalità che sperimenta linguaggi nuovi per testi classici e non solo, ma soprattutto che lavora sull’intimità, oltre la rappresentazione. Al centro il Teatro della Crudeltà di Artaud, un’autenticità estrema, che non dimentica altre voci del Novecento. La formazione con i suoi atelier resta un pilastro dell’impegno di Scimmie Nude che oggi guarda alla fiaba come lavoro interiore.

La compagnia “Scimmie Nude” torna al Teatro della Contraddizione di Milano con il debutto dello spettacolo "Cromosomie", confermando un rapporto di ospitalità artistica che prosegue ininterrotto dal 2008. Gaddo Bagnoli, direttore artistico di Scimmie Nude, dirige Andrea Magnelli, attore storico della compagnia, in un monologo che è il risultato di una ricerca sugli aspetti incompatibili e complementari che esistono tra le caratteristiche maschili e femminili nel corpo, nel cuore e nella mente di ciascun individuo.

L'anno volge al termine e, come ormai da tradizione, la Redazione Teatro di SaltinAria vuole celebrare assieme ai suoi lettori gli spettacoli più emozionanti, gli attori più talentuosi, gli istanti più memorabili vissuti sui palcoscenici negli ultimi dodici mesi. Scopriamo assieme quali saranno secondo noi i più vividi ricordi teatrali di questo 2014...

Dal 9 al 24 aprile. Le tre scimmie sagge, come è noto, non vedono il male, non sentono il male, non parlano del male. Le Scimmie nude, invece, si comportano in maniera differente: non chiudono gli occhi, né la bocca né le orecchie di fronte agli elementi più controversi che si annidano nell'Io e nel mondo che lo circonda. Da oltre dieci anni portano avanti un discorso di grande serietà e complessità; si ispirano ad Artaud ma hanno i piedi ben piantati per terra, quindi sanno che il modello originale è ineguagliabile. Artisti, ma prima di tutto artigiani, nel senso più nobile e più alto del termine. Sinceri, ma non nel senso della sincerità di Arisa: qui si tratta di onestà intellettuale con la quale affrontare i nodi più impellenti - e mai risolti - dell'esistenza di ciascuno di noi. Il resto del mondo, nella sua quasi totalità, preferisce accantonare le questioni più spinose sostituendole con dei banali divertissement; le Scimmie no: si divertono - e tanto - ma senza ricorrere all'espediente più banale del divertissement. Meglio la complessità, questo è il loro motto. Più che un motto, uno stile di vita.

TOP